GRAZZANISE: IL 2° NATO SIGNAL BATTALION COMPIE 10 ANNI

GRAZZANISE - Base Nato Il passaggio di consegne fra il C.F. SGROSSO della M.M. ed il L.C. HINKELGRAZZANISE - Base Nato Il palco d'onore al completo durante gli Inni nazionaliGRAZZANISE: IL “2° NATO SIGNAL BATTALION” COMPIE 10 ANNI                                                                                                                     –                            Incardinato dal marzo 2012 nella base aerea grazzanisana, sede storica del   –                           9° Stormo “F.Baracca”, il 2NSB è attualmente al comando del ten.col. Hinkel   

 

GRAZZANISE (Raffaele Raimondo) – Si apprende dallo Stato Maggiore della Difesa che il prossimo 1° ottobre il 2° Battaglione Multinazionale Joint inquadrato nella Force Structure della NATO (2° NATO Signal Battalion – 2NSB) festeggerà i suoi primi dieci anni di attività. Il 2NSB, che dipende dal Comando NATO Communications and Informations System (CIS) Group di Mons (capoluogo della provincia vallona dell’Hainaut, Belgio), ha il compito di garantire la proiettabilità degli apparati di telecomunicazioni a sostegno delle missioni dell’Alleanza Atlantica. Afghanistan, Iraq, Kosovo, e non solo, sono i “teatri operativi” che hanno visto e vedono la presenza del personale del Battaglione impegnato a garantire, con tecnici altamente specializzati, la realizzazione ed il mantenimento di comunicazioni-voce, videoconferenze ed accessi alle reti. L’unità, trasferita dal marzo del 2012 nella base aerea di Grazzanise, sede storica  del 9° Stormo dell’Aeronautica Militare , è composta da un Command Group, una Compagnia di Manutenzione e Supporto e da 6 Deployable CIS Module (DCM) (2 americane, 2 italiane, 1 rumena e 1 bulgara) per un totale di 470 unità di nove Nazioni. Sono almeno tre le rilevanti operazioni di cui recentemente sono stati protagonisti gli uomini del 2NSB: infatti, da gennaio a luglio il personale italiano del DCM “Bravo”, al comando del cap. Mazzitello, ha lavorato, con 21 unità, a supporto del Quartier Generale ISAF a Kabul, mentre il DCM “Delta”, al comando del magg. Golino, è stato impiegato, da gennaio ad aprile, con 8 unità in Turchia, a supporto dell’operazione “Active Fence”, nonché in Germania e Lituania, con 40 unità, in tre diverse esercitazioni della durata di circa tre mesi attivate nell’ambito della certificazione NATO Response Force 2015.                                                                                                                               Dopo un breve periodo in cui il capitano di Fregata Dante Elio Antonio Sgrosso è stato “ad interim” al vertice del 2NSB, lo scorso 31 luglio s’è svolto il rituale “passaggio di consegne” al nuovo comandante, il tenente colonnello americano John C. Hinkel. Ora si auspica che la ricorrenza del 1° ottobre possa proporsi anche come una preziosa occasione di incontro e di reciproco arricchimento fra la comunità sociale grazzanisana e l’importante Reparto multinazionale: altrimenti detto, sarebbe opportuno che tutte le autorità civili, militari e religiose del territorio ed almeno le rappresentanze delle associazioni locali ed i corrispondenti delle testate giornalistiche fossero invitati alla festosa cerimonia. La collaborazione interistituzionale, come l’interscambio culturale, si struttura e cresce meglio nelle positive atmosfere di partenza: la Commissione straordinaria Migliorelli-Quaranta-Auricchio, attualmente alla guida del Comune di Grazzanise, può fare molto in tal senso, con preventive quanto opportune intese. Le stesse che andrebbero poste in essere, impegnando con largo anticipo le scuole, per pianificare finalmente quest’anno una fertile celebrazione del IV Novembre, affinché la Festa delle Forze Armate e dell’Unità nazionale contribuisca, nel Centenario dello scoppio del Primo conflitto mondiale, a rafforzare le indispensabili conoscenze storiche e la doverosa sensibilizzazione sugli irrinunciabili valori della pace e della cooperazione fra i popoli.