Grande successo per il premio Naples in the World, organizzato e diretto da Giuseppe Mascolo all’Hotel Marmorata (Ravello)

la-terrazza-panorama-foto-hotel-4-stelle-a-amalfi-ravello-660x330

Lunedì 3 agosto, grande successo per il premio Naples in the World, organizzato e diretto da Giuseppe Mascolo e giunto alla sua XVIII edizione, con l’intento di dare significato ad un luogo particolare della Campania, la costa d’Amalfi, e a un contenitore centrale al suo interno, il Best Western Hotel Marmorata. Anche quest’anno, come nelle edizioni precedenti, il premio è stato esuberante e contenuto insieme, elegante e raffinato con uno stile moderno. Lo spirito è quello di Ravello, gli orizzonti infiniti sono quelli della costa di Villa D’Amalfi, i premiati, da Sebastiano Somma ad Enzo Moscato, da Bruno Colella a Paolo Vuilleumier, Sindaco di Ravello e ancora Imma VillaCarmen PommellaAlessandra Borgia, che rappresentano in gran parte il meglio del teatro napoletano e dell’innovazione. Tra i giovani, premiati Orazio Cerino e Davide Sacco per “Condannato a morte. The Punk Version”, Emma Di Lorenzo come giovane giornalista, il jazz di Virginia Sorrentino, che ha incantato il pubblico con la sua voce calda e suadente. E ancora premi per Stefano Giuliano, inseparabile dal suo sax, Myriam Lattanzio con la sua splendida voce e uomini di cultura come Alfonso Andria e Pino Acocella, per finire con un premio collettivo all’acclamato Amalfi musical (si sono esibiti Nuccia Paolillo e Ario Avecone), che sta ottenendo un grandissimo successo. La parte finale è stata riservata a Enzo Moscato, insignito di un premio alla carriera. Momento importante sul finale, la presentazione di 9 minuti del film “My Italy” di Bruno Colella con Sebastiano Somma, alla presenza dei due artisti, anch’essi tra i premiati. Patron della manifestazione e direttore artistico, Giuseppe Mascolo, accompagnato dalla giovane squadra composta da Raffaella Gambardella, Raffaella Fusco e Giusy Coppola.