Giugliano- Piazza Annunziata : dibattito sulla legalità

Informare Media Partners

Giugliano Cine Forum
Giugliano Cine Forum

Giugliano- Piazza Annunziata : dibattito sulla legalità

Venerdì sera, nella storica Piazza Annunziata di Giugliano, c’è stato il primo dei tre incontri programmati dai giovani della Polis e che avevano come tema la legalità. Partecipavano anche altre associazioni e come  media Partners i giovani d’Informare.  Dopo aver superato le difficoltà per il cambio della location, da Piazza Matteotti…i ragazzi seppur stanchi erano motivatissimi. Gli invitati erano tutti presenti e Tommaso Morlando (Editore-giornalista Informare) ha dato il saluto ai presenti e dopo una breve intervento ha passato la parola ad Alessandra Clemente, assessore alle politiche giovanili del comune di Napoli e super votata alle ultime elezioni comunali. Alessandra, parla lo stesso linguaggio dei giovani, che la seguono e la stimano, porta esempi semplici ma comprensibili ed attuabili, oltre a dare forza e speranza ai giovani sui quali è riposto il futuro. Tommaso Morlando, spiega che Alessandra è la figlia di Silvia Ruotolo, vittima innocente di camorra, e la sua presenza e testimonianza è ancora più significativa.

Viene data la parola a Renato Natale, sindaco di Casal di Principe che con un intervento non scevro da ironia dissacrante, come è nel suo stile, da voce e sostanza alla speranza, al cambiamento in atto e valore all’impegno civico di tanti cittadini perbene e dei giovani.

Poi prende la parola  Ciro Corona, presidente dell’associazione “R-Esistenza” di Scampia, con una storia alle spalle piena d’impegno e sempre in prima fila, ma parla del cambiamento in atto, della nuova Scampia del lavoro dei giovani sulle terre sequestrate alla camorra e degli ottimi risultati raggiunti, invitando anche a coloro che continuano a delinquere al cambiamento, a ravvedersi… a saper scegliere la strada della VITA.

Ha concluso il giornalista SKY Paolo Chiariello, un intervento di chi conosce i territori, le mancanza sociali  e politiche che continuano, ma sottolineando che nonostante le tante difficoltà le eccellenze del sud    emergono e sono significative, ha sottolineato l’associazione e le cooperative sociale che guida Ciro Corona, la buona informazione fatta da Informare e i giovani della Polis che tanto bene stanno operando…

Tommaso Morlando, chiude l’incontro dando la parola a Francesco Cacciapuoti che con un linguaggio diretto, privo di rabbia ma pieno di consapevolezza elenca le difficoltà nelle quali sono impegnati e senza avere ascolto dalle istituzioni comunali, ma il gruppo formato è coeso e determinato a fare rete con altri territori e difenderlo con i denti, perchè questa è terra nostra.

A cura di Giancarlo Palmese
Foto di Gabriele Arenare
Redazione Informare

 

27_-arenare-convegno-sulla-legalita-polis28_-arenare-convegno-sulla-legalita-polis

Comunicato ricevuto dai giovani della Polis

 M

Non sono mancati gli spunti di riflessione, con il racconto della pianificazione della morte di Renato Natale nel periodo in cui fu ucciso Don Peppe Diana a Casal di Principe, o le polemiche verso l’amministrazione con Paolo Chiariello che racconta l’unica nota stonata della manifestazione: “Un solo dispiacere, se posso permettermi: non c’era (o se c’era non me ne sono accorto e chiedo scusa) un rappresentante della istituzione locale, del
comune. È sbagliato. Queste iniziative frutto della generosità di ventenni non vanno solo incoraggiate ma anche partecipate”.

Non solo Polis in piazza. Anche gli stand di Legambiente e dell’associazione Sorbe Rosse per gli orti sociali hanno preso parte alla serata informando i cittadini sulle iniziative delle associazioni, facendo anche un servizio riguardo la raccolta firme per aprire un’aula studio sulla fascia costiera di Giugliano, troppo spesso dimenticata dalle amministrazioni.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.