Il Giugliano Calcio ritorna dopo 3 anni di assenza

Giugliano calcio

Sono passati ormai 3 anni dal quel marzo 2014, quando tutto improvvisamente si fermò. Gli scontri tra il Giugliano Calcio e la Virtus Volla sono lontani ed ora, nella terza città della Campania, si può ritornare a sventolare la bandiera gialloblù. Tutto questo è stato possibile grazie al presidente Salvatore Sestile, che nonostante gli eventi e nonostante un’amministrazione comunale sorda sulla questione stadio, ha avuto il coraggio di crederci, ripartendo con la giovanile Giugliano Academy, diretta da Gaetano Sestile e allenata dall’ex portiere Gennaro Iezzo.

Ad agosto, poi, come l’araba felice rinasce dalle proprie ceneri, anche il Giugliano Calcio ritorna dopo 3 anni di assenza e sempre supportato dai gruppi ultras che in questi anni non hanno mai smesso di combattere per vedere lo stadio De Cristofaro aperto. Il Giugliano Calcio riparte dall’allenatore Ciro Amorosetti che guiderà la formazione giallo blú lungo il campionato dell’eccellenza. Per ora Giugliano ha una società di calcio, ma non una struttura dove poter ospitare i propri tifosi. Lo stadio è fatiscente da quasi 3 anni, soggetto ad un incendio degli spogliatoi e ad impalcature pericolanti. Già i commissari prefettizi nel 2014 decisero, attraverso un progetto di riqualificazione dalla cifra di 990.000,00€, di salvare la struttura e darla alla città il prima possibile. Tutto ciò è avvenuto dopo una lunga battaglia portata avanti dai gruppi ultras. Nel 2016 l’amministrazione comunale ha deciso di voler rimettere a nuovo la struttura accedendo ai finanziamenti sportivi della FIGC, ma ad ora le volontà politiche non hanno ancora avuto un riscontro sulla realtà.

di Francesco Cacciapuoti