GIT Circoscrizione Provincia di Caserta Comunicato

 biblioteca-diocesana-casertaPresso la Biblioteca Diocesana di Caserta in data 25-02-2014 si è tenuta  la riunione dell’Assemblea dei soci  per il rinnovo del GIT (Gruppo Iniziativa Territoriale) Provincia di Caserta .

Erano presenti oltre 25 soci e componenti GIT, anche con delega.

L’incontro è stato presieduto da Luigi Saccenti, Referente Soci Area SUD.

Il coordinatore Peppe Pagano nella sua relazione ha sottolineato che al primo punto va posta l’esigenza di superare una fase critica che attraversa il mondo del terzo settore per stimolare la partecipazione dei soci alla vita attiva, a partire dalla definizione di un piano di lavoro e di iniziative tese a rafforzare e rilanciare il ruolo del GIT sia sul piano organizzativo che politico in tutto il territorio provinciale.

Ha rivolto un vivo apprezzamento a tutti i soci e componenti del GIT per l’impegno e la collaborazione ricevuta durante i tre anni di mandato. Nello stesso tempo ha chiesto di trovare una soluzione diversa per coordinare e facilitare le attività del nuovo GIT, da rinnovare con  una figura di forti motivazioni e volontà di impegno, in primo luogo con disponibilità di tempo ed adeguate competenze.

I vari  interventi si sono soffermati sull’esigenza di definire un programma di lavoro articolato  nei seguenti punti:

a)      Promuovere un decentramento per aree territoriale per rendere più incisiva la presenza del GIT nei vari contesti locali, in primo luogo con una campagna di promozione ed informazione a vari livelli, di rafforzamento della nostra base associativa. Articolazione del GIT a rete per aree territoriali: per la conurbazione casertana e zone interne; per  la zona sessana e domiziana; per la zona aversana.

b)      Sostenere alcune attività già avviate nell’area casertana: a partire dal Progetto Policoro promosso dalla Diocesi di Caserta per il microcredito a sostegno della creazione di nuove imprese giovanili e dalla costruzione di un GAS – gruppo di acquisto solidale – nella Tenda di Abramo a Caserta. Campagna di mobilitazione contro il gioco d’azzardo e Slot Mob.

c)      Lanciare una campagna di nuove adesioni come soci Banca Etica per rafforzare la base associativa ma anche per creare le condizioni di un rinnovamento e impegno di altre energie.

d)      Dare continuità alla lotta per la legalità democratica, fondata sui progetti di riuso sociale e produttivo dei beni confiscati, di bonifica e valorizzazione dei prodotti tipici, a partire dalle terre di don Diana.

 

Teresa Masciopinto – Responsabile Area Culturale Sud – ha ribadito la stretta integrazione tra offerta di servizi e attività associative su cui si fonda l’originalità di Banca Etica, a partire dal ruolo dei valutatori sociali nei vari contesti. Ha richiamato alcuni tratti distintivi di BPE nel panorama finanziario nazionale: è l’unica banca che reinveste nel Sud il doppio degli impieghi raccolti. Nello

stesso tempo gli organi direttivi si caratterizzano in un’ottica di genere – come sarà sottolineato nel convegno che si terrà a Caserta l’8 marzo dal titolo significativo “L(oro) di Banca Etica”.

 

Sulla base di queste indicazioni è stata posta in votazione la nuova composizione del GIT, con una rappresentanza di continuità rispetto al passato ma anche di forte rinnovamento con l’apporto di alcune importanti reti associative. L’Assemblea ha approvato all’unanimità il nuovo Coordinamento composto dai seguenti enti e soci:

 

–         Elia Calabro                Valutatore sociale

–         Farina Alessandro        DSA SrL

–         Fedele Carlo               Araba Fenice Coop Sociale

–         Fedele Ornella Associazione Antea Onlus

 

 

–         Grande Domenico       ConfCooperative

–         Iorio Pasquale             Comitato Etico

–         Musto Roberto            Broker assicurativo

–         Pappe Pagano             NCO Coop Agropoli

–         Lella Palladino Coop EVA

–         Giovanni Trano             Acli Provinciale

 

Dopo aver ringraziato Peppe Pagano (referente uscente per il lavoro svolto nel suo mandato), il nuovo  GIT ha  accolto all’unanimità dei presenti la proposta di nominare Pasquale Iorio – già componente del Comitato Etico – come nuovo Coordinatore a livello provinciale.

 

Luigi Saccenti                                    Teresa Masciopinto               

Presidente Assemblea                        Segretaria                                          Caserta, 25 febbraio 2014

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.