GIOVEDÌ 28 GENNAIO 2016 presentazione MEDITAMBURI a La Feltrinelli di Napoli

GIOVEDÌ 28 GENNAIO 2016 [DALLE ORE 18.00] lo Spazio Eventi de La Feltrinelli – Libri e Musica di Piazza dei Martiri a Napoli ospiterà la presentazione del disco ANTICHI VIAGGIATORI dei MEDITAMBURI.

Paolo Cimmino (fondatore del gruppo), M’Barka Ben Taleb, Emidio Ausiello, Michele Maione e Gabriele Borrelli formano un ensemble di musicisti di notevole esperienza e con importanti collaborazioni artistiche sia in Italia che all’estero. Dopo alcuni anni di live-performances, l’ensemble di percussioni pubblica il CD “ANTICHI VIAGGIATORI”.

Prodotto dalla POLOSUD Records, storica etichetta napoletana diretta da Ninni Pascale, il disco traccia un ideale ‘ponte’ fra innovazione e tradizione, fra Occidente e Oriente.

In dieci tracce, il viaggio musicale è accompagnato da un tempo esteriore e un tempo interiore. Un tempo percussivo, dinamico ed evocativo di atmosfere mediterranee come di terre lontane.

Tempo come intervallo tra un prima e un dopo. Non una sospensione ma una durata che porta trasformazione. Cambiamento che i MEDITAMBURI auspicano  cantando contro le ecomafie (Balla sul tamburo), cantando l’ansia dellaprecarietà  (Ninna Nanna per Tamburello) e l’importanza  del rito  come momento di integrazione sociale(Tammurrianti). Nelle melodie poi si raccolgono voci interiori, che diventano lingue comuni per individui,  popoli e culture…

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno. Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli. Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II. Entra nell'associazione "Officina Volturno" nell'agosto 2013. Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, "Leggi che ti passa". "Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall'interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita"