Giornata Nazionale dell’Olio Extravergine Italiano

 

E’ cominciata la raccolta delle olive in Italia ma oltre diecimila agricoltori con i trattori hanno lasciate le proprie terre e luoghi di origine per difendere il prodotto più rappresentativo della dieta mediterranea nella Giornata Nazionale dell’Extravergine Italiano che si è tenuta oggi dentro e fuori al Mandela Forum di Firenze in Toscana, che è la regione con l’immagine più sfruttata per spacciare l’olio di oliva straniero come italiano nel mondo.
Concorrenza sleale, speculazioni, mancanza di trasparenza, truffe ed inganni, mettono a rischio il futuro del simbolo della dieta mediterranea Made in Italy.
Per la prima volta è stato gustato l’olio nuovo dell’annata 2016/2017 proveniente dalle diverse regioni con le valutazioni di esperti assaggiatori ma sono state anche rese note le prime previsioni produttive in Italia per la raccolta di quest’anno con una partecipata spremitura in piazza.
E’ stata anche l’occasione per conoscere nelle specifiche proprietà dal vivo la produzione nazionale che può contare sul maggior numero di olio extravergine a denominazione in Europa e sul più vasto patrimonio di varietà di olive del mondo.
Attenzione particolare è stata rivolta sulle truffe dell’olio con la dimostrazione pratica delle frodi e degli inganni più frequenti in Italia e nel mondo ma in azione vi è stata anche il tutor dell’extravergine per guidare nell’acquisto e nel consumo.
Le molteplici proprietà dell’olio di oliva sono state infine oggetto dell’open space dedicato all’innovazione con eclatanti curiosità dalla cucina alla tecnologia, dai nuovi prodotti alla cosmetica fino all’olio di oliva più costoso al mondo.
Presenti alla manifestazione il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo e l’intera giunta nazionale insieme al ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e al Ministro della Giustizia Andrea Orlando nonchè il Sindaco di Firenze Dario Nardella e il Governatore della Toscana Enrico Rossi.