Una giornalista straordinaria…senza paura

Federica Angeli, mamma di due figli, donna in carriera, giornalista di cronaca nera e giudiziaria “senza paura”, lavora con la testata giornalistica “La Repubblica”. Rappresenta ed è un vero esempio di cittadinanza presente e vigile sul territorio, unica giornalista in Italia a vivere sotto scorta a causa delle minacce ricevute dopo essersi trovata ad essere testimone oculare di un fatto criminale verificatisi nella sua Ostia, dove da decenni imperversa quasi impunita la mafia romana.

Per aiutare la giustizia, ha raccontato e documentato quanto ha visto. E’ una donna al di fuori del comune, dotata di una fortissima volontà e caparbietà nella ricerca della verità. Il suo rappresenta un giornalismo onesto, serio, veritiero, responsabile che pone le basi per una comunità che ha voglia di progredire con delle solide fondamenta.

Le cronache giudiziarie raccontate dalla Angeli sono continuamente confermate dagli accertamenti della magistratura e dalle indagini di polizia giudiziaria.

Lucida durante i suoi racconti con una precisione da orologio svizzero, Ella rappresenta ed è un punto cardine, ricco di valori nobili, per una professione che tanti ai tempi di oggi svolgono dietro a una scrivania senza effettuare il benché minimo riscontro sul terreno.

Ha racconta ai presenti, a Villaricca, grosso comune dell’hinterland napoletano, presso la Casa Editrice Cento Autori – Associazione Libera Italiana, quanto da lei vissuto a Ostia dove risiede. E’ un racconto fluido, privo di ditubanze che fa sentire gli uditori testimoni di quanto accadutogli.

Federica differenzia con occhio esperto e certosino il giornalismo giudiziario dalle altre tipologie di giornalismo, selezionando la notizia, riferendo che la storia si crea vivendo la situazione, essendo dentro la realtà, stando sul terreno, analizzando fatto per fatto, prova per prova, circostanza per circostanza, giungendo ad una verità pura.

Interpellata in merito all’utilizzo delle intercettazioni, risponde che andrebbero pubblicate quando sono attinenti all’inchiesta e non farne dei gossip su vicende che non portano a nessun risvolto investigativo. Inoltre è del parere che ancora oggi a Roma si parli ancora troppo poco di crimine organizzato.

Si ritiene soddisfatta della sua doppia professione, giornalista e scrittrice, avendo pubblicato quattro libri, ultimo in ordine di tempo “Il mondo di sotto. Cronache della Roma criminale”. Proprio grazie a questo racconto ha ampliato il suo target dei lettori, infatti ha trovato molta rispondenza andando nelle scuole a parlare e confrontarsi con gli studenti.

Interpellata su chi è Federica Angeli, la stessa ha risposto di essere una persona che ha la pretesa di cambiare il mondo, essendo pragmatica e troppo ottimista.

Alla domanda “Il sogno nel cassetto?”, Federica ha risposto: “Vedere in carcere tutti quelli che hanno minacciato me e la mia famiglia”.

di Antonino Calopresti