Giochiamo tutti- Recupero della Villetta Scatozza

IMG_3187E’ l’iniziativa dell’associazione onlus le Sentinelle che ha portato allaristrutturazione di una villetta comunale a Castel Volturno località Scatozza.

La villetta era dismessa ormai da decenni, fatiscente, piena di erbacce e  calcestruzzo, in rovina e senza illuminazione, un vero e proprio degrado in un borgo molto antico e popolatissimo.

L’associazione le Sentinelle, guidata dal presidente Paola Castelli, ha messo nella sua agenda appunto la riqualificazione del borgo con la riapertura in via straordinaria della villetta di Scatozza. A tal proposito abbiamo intervistato, per i lettori di Informare, al presidente Paola Castelli.

Signora Castelli come è nata l’idea e a chi vuole ringraziare fisicamente alla realizzazione dell’opera?

Il progetto  è nato da un idea di Valerio Boccone che fa parte della nostra associazione, su un progetto di Francesco Romano che fa sempre parte della nostra associazione, però in effetti insieme a loro sono entrate tantissime altre persone in campo per darci una mano e quindi le persone da ringraziare sono troppe per elencarle però ci tengo a ringraziare ad una persona in particolare, Enzo Campanile, che è stato sempre presente ed ha diretto con noi i lavori, come però o precisato io ringrazio tutti coloro che ci anno aiutato  e dedico la serata a loro.

È in che modo pensate di custodirla?

Per la custodia in verità stasera noi la villetta la affideremo stesso agli abitanti del territorio, perché noi abbiamo fatto la raccolta fondi, abbiamo lavorato e quindi realizzato l’opera con successo, però per quanto riguarda la custodia affideremo la villetta ad un comitato di Scatozza che penserà alla cura ed alla pulizia della stessa, chiedendo anche ai cittadini di collaborare e tenere pulito ed in ordine un bene comune da tanto tempo desiderato.

Quindi avete trovato anche tanta collaborazione da parte  dei cittadini di IMG_3184Castel Volturno?

Certo, sono accorsi in tantissimi, a parte  la raccolta fondi che abbiamo fatto ed in tanti anno sostenuto, hanno collaborato anche con dei materiali ed attrezzi vari, con le loro competenze tipo idraulico, elettricista, muratore ecc. Poi insieme ai cittadini anno collaborato anche tantissime piccole imprese ad attività commerciali del territorio, ad esempio oggi il buffet è stato offerto dai cittadini con l’ausilio del caseificio marrandino che ha messo a disposizione tantissima mozzarella, oppure stasera la campania emergenza ci ha messo a disposizione un autoambulanza, che resterà ferma fuori la villett per qualsiasi emergenza che riguarda la festa in questione.

Signora Castelli quale sarà allora il prossimo impegno delle sentinelle?

Per questa villetta non abbiamo chiesto l’affidamento, ma abbiamo invece fatto la proposta al Sindaco per la villetta di Dx Volturno, insieme all’associazione  Black e White ed alla Casa del Bambino che stanno proprio di fronte alla villetta in questione, e li faremo un’altra ristrutturazione per recuperare un altro sito di questo nostro bel paese, li i cittadini del posto sono poco collaborativi e quindi sarà più un impresa però speriamo di coinvolgere tutti  per far si che si compia un altro miracolo e quindi un successo  per la nostra associazione ma soprattutto per Castel Volturno.

L’EVENTO-Ad aprire le danze e quindi a tagliare il nastro inaugurale è stato il SindacoIMG_3199 Dimitri Russo accompagnato dall’assessore Nugnes, ecco le dichiarazioni del Sindaco Dimitri:

Io ringrazio davvero tutti voi di aver partecipato alla realizzazione della villetta e soprattutto i ragazzi come Francesco Romano, Valerio Boccone, Enzo Campanile, io li ho visti davvero tutti i giorni a lavorare ed a sudare per finire quest’opera, io sono affezionato in particolar modo a questa villetta perché sono nato in questo posto, e quindi sono uno scatozzaro doc, io fino a 9 anni ho abitato in questo luogo e ci ho giocato fino a quell’età. Questo è l’esempio che abbiamo sempre fatto nella campagna elettorale, senza i cittadini attivi non si va da nessuna parte, perché in un comune normale di solito è l’inverso, è il comune che realizza l’opera e poi invita la cittadinanza e gli dice venite a vedere come siamo stati bravi? Purtroppo per via di tante difficoltà finanziarie e non, che coinvolgono il comune di Castel Volturno la logica si è invertita, cioè voi avete realizzato l’opera e voi avete invitato l’amministrazione comunale ed avete detto: venite a vedere come siamo stati bravi? Ringrazio le sentinelle per la consegna delle chiavi che noi daremo ai cittadini che hanno realizzato l’opera e l’oro poi formeranno un comitato attivo per scatozza, sperando che sia solo la prima delle tante iniziative delle sentinelle, e che la prossima volta anche il comune potrà dare un contributo maggiore.

A tal punto abbiamo sentito anche l’ideatore di tutto Valerio Boccone che dice:IMG_3211

Per primo punto voglio ringraziare il presidente dell’associazione le Sentinelle Paola Castelli che ci ha dato la possibilità di far parte delle Sentinelle che sta maturando ogni anno sempre più ed anche nel campo ambientale sta facendo passi da gigante, poi ringrazio i cittadini i commercianti e tutti quelli che anno contribuito economicamente e non alla realizzazione dell’opera ed anno creduto in questo progetto, in secondo punto, noi abbiamo lavorato con una metodologia, noi non abbiamo solo piazzato delle giostrine ma abbiamo contestualizzato un territorio, abbiamo analizzato la finalità dell’associazione che era quella di realizzare in maniera sostenibile un opera con bassa manutenzione, per far si che si mantenga sempre in ottime condizioni nel tempo, con materiali ecocompatibili e con criteri adatti a creare un ambiente favorevole per i bambini, per ultimo punto volevo dire che noi a Castel Volturno non siamo secondi a nessuno, anche se il Sindaco non è quasi mai venuto qui per i troppi impegni che aveva, noi comunque abbiamo sentito l’appoggio di tutta l’amministrazione comunale, dell’assessore Nugnes dei tecnici comunali, non è necessario andare  tutti i giorni in comune per sentire l’appoggio del Sindaco, adesso vorrei fare un appello  a tutti i cittadini presenti questa sera, noi tutti  da oggi dobbiamo sostituire le parole come : odio poi l’individualismo, i preconcetti il partitismo, con la solidarietà, la cooperazione, l’unione il senso di appartenenza al territorio, perché è solo grazie a queste cose che siamo riusciti a realizzare l’opera in questione.

Castel Volturno non è seconda a nessuno.

Raffaele Esposito 

 

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!