“San Gennaro Day” : Gerardo Marotta e Belen Rodriguez i premiati dell’edizione 2015

La terza edizione del premio “San Gennaro Day” si avvicina sempre più, e come negli anni precedenti la manifestazione avrà luogo presso il sagrato del Duomo a Napoli. Una festa che vedrà anche la celebrazione di funzioni religiose in onore del santo patrono,  ed il susseguirsi di ospiti ai quali viene riconosciuto il loro impegno verso questa terra mostrando al mondo la parte positiva e produttiva della città.

Anche quest’anno le aspettative non saranno deluse perchè in programma è vario, ricco di momenti emozionanti,  fra i quali la premiazione di due opsiti speciali come l’avvocato Gerardo Marotta (Istituto Italiano per gli Studi Filosofici) e Belen Rodriguez nota showgirl argentina.

Quest’ultima è stata fortemente voluta dal direttore artistico Gianni Simioli il quale afferma che ella riceverà questo premio per la seguente motivazione: «da opera d’arte vivente, dotata di sensibilità, intelligenza, ironia e straordinaria bellezza, ha voluto lei stessa contribuire al restauro di uno dei luoghi simbolo della bellezza e della storia della città di Napoli: la colonna spezzata. Con il contributo di ‘Jadea’ e grazie al progetto ‘Monumentando’, ha voluto così rendere omaggio a una delle città che ama di più dopo la sua».

«Siamo orgogliosi di assegnare il premio ‘San Gennaro Day 2015’ ad un personaggio come Belen Rodriguez – afferma Gianni Simioli, direttore artistico della kermesse – sintomo che la rassegna ottiene anno per anno sempre più consensi da parte del pubblico, dagli addetti ai lavori e dagli artisti stessi».

Nelle precedenti edizioni la Kermesse ha ospitato nomi importanti come quelli di : Lina Sastri, Gigi D’Alessio, Sal Da Vinci, Leopoldo Mastelloni, i Manetti Bros. Senza dubbio anche questa edizione regalerà grandi momenti di spettacolo che, nelle passate edizioni, hanno riscosso grande successo da parte del pubblico, il quale dimostra affezione verso questa manifestazione attraverso la presenza che col passare degli anni si intensifica sempre di più.

di Carmine Colurcio