Ficarra e Picone al Teatro Massimo di Benevento

Sabato 10 ottobre 2015, Teatro Massimo di Benevento

Ficarra & Picone in Apriti cielo

Il duo comico siciliano inaugurerà la stagione teatrale 2015/2106 del

“palcoscenico” beneventano, portando in scena il loro ultimo spettacolo

 

E’ affidata a Ficarra & Picone, sabato 10 ottobre alle ore 20.45 (in replica domenica 11 alle ore 18.30), l’inaugurazione di Palcoscenico Duemila, stagione teatrale 2015/2016 del Teatro Massimo di Benevento, con Apriti cielo, spettacolo del duo comico siciliano scritto dopo quattro anni di assenza dai palcoscenici teatrali.

Il desiderio di sentire nuovamente il calore delle risate del pubblico, è stata la molla per la costruzione di questo nuovo testo, presentato da RQS Spettacoli. Come i precedenti lavori, anche questo è costituito da quadri, che, a loro volta, rappresentano la vita quotidiana con i suoi paradossi, al limite dell’assurdo.

Con la leggerezza che li contraddistingue, Ficarra & Picone portano in scena una riflessione divertente sulla nostra società e sulla nostra nazione, prendendo spunto dalla vita di tutti i giorni, piena di cronaca nera, politica, religione e tanto altro, e regalando uno spettacolo dai colori forti.

La stagione 2015/2016 del Teatro Massimo di Benevento proseguirà, martedì 17 novembre, con Leo Gullotta in Spirito allegro di Noel Coward, con Betti Pedrazzi, Rita Abela, Federica Bern, Chiara Cavalieri, Valentina Gristina, Sergio Mascherpa, per la regia di fabio Grossi. Spirito Allegro è una commedia dall’aspetto classico, aderente all’epoca in cui fu scritta ed elegante, per forme e per fogge. La novità è rappresentata dalla creatività con cui è raccontato il soprannaturale: espedienti scenici per un’epoca più aderente all’auditorio che alla penna di Coward.

Martedì 1 dicembre, Luca De Filippo sarà interprete e regista di Non ti pago di Eduardo De Filippo, con Carolina Rosi, Viola Forestiero, Nicola Di Pinto, Federica Altamura, Andrea Cioffi, Massimo De Matteo, Carmen Annibale, Paola Fulciniti, Gianni Cannavacciuolo, Giovanni Allocca. La Compagnia Teatrale di Luca De Filippo continua il lavoro di approfondimento sulla drammaturgia di Eduardo con Non ti pago, commedia tra le più brillanti del repertorio eduardiano, che lo stesso grande drammaturgo napoletano definì “una commedia molto comica che secondo me è la più tragica che io abbia mai scritto”.

A inaugurare il nuovo anno, giovedì 14 gennaio 2016, sarà Carlo Buccirosso, interprete e regista de Il divorzio dei compromessi sposi liberamente tratto dal romanzo di Alessandro Manzoni, con Rosalia Porcaro. Presentato da Diana Or.i.s, la storia, pur mantenendo per sommi capi lo sviluppo del noto romanzo manzoniano, trova nei caratteri dei singoli personaggi l’originale chiave di lettura satiro-farsesca, e nel linguaggio musicale degli stessi, attraverso canzoni famose riadattate e riambientate in atmosfere e melodie seicentesche, la classica struttura della tradizionale operetta musicale.

Ancora a gennaio, giovedì 28, Teatri Uniti presenta Toni Servillo in Toni Servillo legge Napoli, un viaggio nelle parole di Napoli, da Salvatore Di Giacomo a Ferdinando Russo, da Raffaele Viviani a Eduardo De Filippo e Antonio De Curtis, fino alla voce contemporanea di Enzo Moscato, Mimmo Borrelli, Maurizio De Giovanni e Giuseppe Montesano.

Giovedì 11 febbraio Peppe Barra sarà protagonista di Sogno di una notte incantata, spettacolo scritto a quattro mani con Fabrizio Bancale, che ne firma anche la regia, affiancato, in scena, da Teresa Del Vecchio. Presentato da Consorzio Campano Teatro e Musica, l’allestimento è un viaggio poetico e visionario a spasso nel cuore di Napoli attraverso i secoli, tra le fiabe di Giambattista Basile e il Pulcinella di Libero Bovio. Peppe Barra s’imbatte in alcune tra le pagine più celebri della letteratura classica napoletana, per innervarle con la sua dirompente ironia e la sua inconfondibile arte affabulatoria.

Saranno due gli spettacoli programmati nel mese di marzo al Teatro Massimo, che ospiterà, martedì 1, Serena Autieri interprete de La sciantosa di Vincenzo Incenzo, con Alessandro Urso e il Quintetto Eccentrico Italiano, per la regia di Gino Landi. Sull’onda dello straordinario successo di critica e pubblico nelle prime tappe italiane, Serena Autieri prosegue il tour con il suo One Woman show. Presentato da Engage, lo spettacolo rilegge, in chiave nuova e attuale, il cafè chantant, con un lavoro di ricerca e rivalutazione nel repertorio dei primi del ‘900, da brani più conosciuti e coinvolgenti.

Martedì 15 e mercoledì 16 marzo, sarà la volta di Vincenzo Salemme, autore, interprete e regista di Sogni e bisogni, con Nicola Acunzo, Domenico Aria, Sergio D’Auria, Andrea Di Maria, Antonio Guerriero. Questa commedia è stata scritta nel 1995 con il titolo Io e Lui, chiaramente riferito al celebre romanzo di Moravia. E, come accade in quel romanzo, anche nella commedia l’intreccio narrativo ruota intorno a due personaggi: Rocco Pellecchia e il suo “pene”. A differenza del racconto moraviano, dove il “lui” in questione era solo una voce, qui il più famoso e significativo organo del sesso maschile si stacca materialmente dal corpo del suo “titolare” e diventa egli stesso uomo, rivendicando una sorta di riconoscimento scenico.

L’ultimo spettacolo in scena, programmato per giovedì 14 aprile, sarà La scena scritto e diretto da Cristina Comencini, con Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti, presentato da Compagnia Enfi Teatro. Due amiche mature leggono una domenica mattina una scena di teatro che una delle due deve recitare l’indomani. I loro caratteri opposti si rivelano subito dal modo in cui sentono e interpretano il monologo: per Lucia, attrice, quelle righe raccontano fragilità e temibili tempeste dell’anima; per Maria, dirigente di banca separata e madre di due bambini, le tempeste della scena sono allegri ed erotici terremoti interni, occasioni di vita.