Festival dell’Impegno Civile

Due giorni di dibattiti, incontri, musica e spettacoli. Tra ieri e oggi, il Festival dell’Impegno Civile fà tappa presso il bene ubicato in San Felice a Cancello, in vico Tre giri, confiscato al camorrista Clemente Massaro, riaperto e reso visitabile solo nell’estate del 2013 e dal 2014 da cittadini attivi e volontari dei presidi territoriali di Libera. Ad organizzare la due giorni della manifestazione promossa dal Comitato don Peppe Diana e da Libera Coordinamento Provinciale di Caserta è l’Associazione Campo de’ Fiori, a cui è stato assegnato l’immobile in questione.

La kermesse è partita alle ore 18 di sabato, con i saluti dei referenti di Libera Caserta e del Comitato Don Peppe Diana. Si è proseguito con “Quando la penna informa”, incontro-dibattito con i giornalisti Rosaria Capacchione e Raffaele Sardo sul tema dell’informazione responsabile. Nel corso della serata è stato possibile visitare il bene e presentato alla cittadinanza il gruppo di giovani volontari dei campi di formazione – lavoro di “Estate Liberi”. Dalle ore 21 si è esibito il gruppo musicale “Malmo” emergente nel territorio.

Oggi si inizierà invece sin dalle 10.30 con “Cento giochi…per crescere insieme”: una mattinata dedicata ai bambini del territorio con giocolieri e animatrici, giochi e spettacoli. Alle ore 13 ci sarà un pranzo sociale, il cui ricavato sarà utilizzato per la ristrutturazione del bene confiscato, per poi riprendere alle 18 con “Il coraggio di restare”, incontro con Isaia Sales, saggista, studioso di storia delle mafie e docente dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Presenti anche alla manifestazione i volontari dell’Associazione Donatori Midollo Osseo che hanno come scopo primario e fondamentale quello di informare la popolazione sulla possibilità di combattere le leucemie, i linfomi, il mieloma e altre neoplasie del sangue attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo. Sono molte le persone che ogni anno in Italia necessitano di trapianto, ma purtroppo la compatibilità genetica è un fattore molto raro, che ha maggiori probabilità di esistere tra consanguinei. Per coloro che non hanno un donatore consanguineo, la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è dunque legata all’esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche, registrate in una banca dati.

Durante la ci sarà spazio anche per il racconto delle esperienze dell’ex Opg “Je so’ pazz” e del progetto di RigenerAzione Urbana del bene confiscato di Arzano e i cittadini che interverranno saranno invitati ad esprimere le proprie idee e i propri consigli sul riutilizzo del bene confiscato attraverso post- it da affiggere sulle mura esterne.

A chiudere la due giorni a San Felice a Cancello del Festival dell’Impegno Civile, saranno una Jam-session e della buona musica popolare. Tutte le iniziative, come nello stile della kermesse interamente realizzata sui beni confiscati, sono ad ingresso gratuito.

di Antonino Calopresti

calopresti.antonino@libero.it

San Felice a Cancello