Cipolla alifana in festa

Festa della cipolla

La Festa della cipolla ad Alife è di casa, anzi ne è la regina.

Sempre esaltata con la festa a lei dedicata, la Cipolla Alifana, Presidio Slow Food® ed eccellenza dell’Alto Casertano, anche quest’anno sarà protagonista delle numerose attività previste che coinvolgeranno davvero tutti, dagli agricoltori alle massaie agli adulti appassionati di cucina (o semplicemente di cipolle!) ai bambini.

 

 

Fitto il programma promosso dall’Associazione Gustumas di Alife e che va dal 31 agosto al 3 settembre 2017. Quattro giorni interamente dedicati ad uno dei prodotti tipici della pianura alifana, dall’antichissima coltivazione e da sempre utilizzata in molteplici forme. Si pensi, per esempio, che in età romana i gladiatori erano soliti strofinarla sul corpo per rassodarne i muscoli oppure nel medioevo era usata per pagare gli affitti o portata in dono. Ottimo analgesico, curativo e preventivo per una serie di malanni oltre che squisito prodotto dal sapore dolciastro ed utilizzato, cotto o crudo, in diverse pietanze.

L’Associazione Gustumas, presieduta da Luca Zarrone, nasce con lo scopo di promuovere i prodotti tipici del territorio del Parco Regionale del Matese attraverso l’organizzazione di eventi degustativi, didattici e artistici in collaborazione con altri enti ed associazioni locali e nazionali. “Oltre alla promozione del prodotto”, precisa il segretario Andrea Bandista, “vogliamo offrire tutte quelle altre attività, apparentemente poco vicine alla cipolla ma capaci di attrarre ed interessare sia i bambini che le persone adulte. I giochi didattici, i laboratori, le visite guidate ai siti archeologici della città ed ogni altra attività prevista saranno tutte occasioni per conoscere e valorizzare il territorio oltre ad apprezzare la cipolla in sé. Inoltre possiamo contare sulla collaborazione della popolazione alifana che già dallo scorso anno si è resa disponibile ed accogliente, anche nelle proprie abitazioni, per alcune attività organizzate”.

Come già dimostrato nella scorsa edizione, i punti di forza dell’Associazione Gustumas sono la trasparenza e la qualità dei prodotti utilizzati nella gastronomia: infatti, i piatti offerti alla scelta del pubblico nel corso delle quattro serate vedranno il meglio delle eccellenze nostrane, sapientemente utilizzate da mani esperte e capaci di accompagnare nella poesia del gusto di questi prodotti. Novità di quest’anno sarà la presenza di un forno a legna per la degustazione della pizza, anche con la cipolla”, precisa Maria Mastrangelo, responsabile della comunicazione per l’Associazione.

Sarà possibile approfondire la conoscenza di tali prodotti grazie ai Laboratori del Gusto sulla cipolla di Alife e sul fagiolo cera con degustazione guidata; al Laboratorio di ‘nzerte, laboratorio didattico sulla realizzazione delle ‘nzerte di cipolle (classico intreccio di cipolle che ne favorisce la conservazione), entrambi guidati e realizzati da Slow Food Matese; inoltre, ci sarà la possibilità di acquisto di prodotti biologici a km 0 presso il Mercatino dell’Ortolano.

Le giornate della Festa saranno animate da giochi tematici, con le sorprendenti “Olimpiadi della Cipolla” e la “Caccia alla Cipolla” dedicate a grandi e piccini con itinerari all’interno delle mura cittadine alla ricerca della Cipolla smarrita, a cura della Dream Animation; dal Raduno di auto e moto d’epoca posizionate all’esterno delle mura romane e nel cuore della festa, sarà curato dal Club Antichi Sanniti e prevederà un breve giro panoramico sui luoghi del Matese ed attorno alle Mura dell’antica città di Alife.

Grande spazio anche alla cultura e alla solidarietà con l’esposizione della Mostra/Concorso “Allium Cepa”, curata da Gianni Parisi, ove saranno esposti lavori pittorici e non solo, che permetterà di raccogliere contributi il cui ricavato sarà devoluto ai terremotati di Amatrice; ed ancora, visite guidate in notturna ai siti archeologici dell’antica colonia romana ed al Museo Archeologico.

Ancora spazio alla bellezza con il Concorso “Cipolla alifana in passerella” che premierà la ‘Cipolla più grande’, la ‘Cipolla più piccola’ e la ‘nzerta più lunga’ e alla musica che vedrà esibirsi con coinvolgenti spettacoli Giorgio Cenerazzo, TOB-The Old Band, Pagaf Band e i Black Cadillac Blues.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Davvero per tutti i gusti e per tutta la famiglia.

Per altre info, si rimanda al programma dettagliato dell’evento o si può scrivere  a ass.gustumas@gmail.com, oppure ai seguenti numeri: 333.1307510 – 338.9640829.

di Annamaria La Penna
annamarialapenna@gmail.com

 

 

 

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell'educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.