Fca, Tancredi e Giordano (Ugl): “Melfi celebra il riscatto dell’auto”.

downloadSegreteria Regionale Basilicata

Tel.3339936968

e-mail: ufficiostampauglbasilicata@gmail.com

Facebook:UGL Basilicata

Fca, Tancredi e Giordano (Ugl): “Melfi celebra il riscatto dell’auto”.

 

“A Melfi si celebra il riscatto della fabbrica automobilistica, l’Fca lucana sta guidando la grande ripresa italiana. E’ un momento più che positivo per il mercato delle auto quello a cui si sta assistendo in queste ultime settimane: i dati rilevano come si stia vivendo un periodo di crescita incredibile, con un aumento delle immatricolazione del 6,9% e con un aumento delle consegne dell’8% rispetto allo stesso quadrimestre della scorsa annata”.

Lo affermano i segretari regionali dell’Ugl Basilicata Giovanni Tancredi e Pino Giordano per i quali, “per volere dell’Ad di FCA Sergio Marchionne in una vera e propria trasformazione, la Basilicata si trova adesso a giocare un ruolo importantissimo nello scacchiere internazionale del settore automotive. L’ormai storico ma sempre giovane stabilimento lucano – proseguono gli esponenti dell’Ugl – la scorsa settimana ha permesso di raggiungere il picco produttivo con il nuovo crossover Fiat 500 X che certamente è una delle automobili del momento con il grande impatto avuto sul mercato auto entrato di diritto tra le top five del suo segmento in Europa e prima in Italia e la Renegade Jeep, al 18° mese consecutivo di crescita. Per i due esponenti sindacali : “ancora Melfi si dimostra traino dell’industria automobilistica Fca nel mondo, con un boom di vendite e siamo soddisfatti perché ciò ha permesso in maniera esponenziale che le vendite del gruppo Fiat Chrysler Automobiles in Italia aumentassero. Da Melfi, confermando la nostra più completa disponibilità al dialogo partecipativo con Fca, ora la nostra sfida al mondo è partita – concludono Giordano e Tancredi -, dobbiamo tutti tutelare la fabbrica più grande esistente in Basilicata poiché ci dà speranze su tenute occupazionali di largo respiro”.

 

Potenza lì; 20 maggio 2015.

 

Ufficio Stampa Ugl Basilicata
Da Pubblicare Cortesemente
Grazie