EVENTO VENERDI’ 11 APRILE 2014 ORE 10 CASTEL DELL’OVO

programma iniziative sem campania ultimo u_Pagina_1ASSEMBLEE LEGISLATIVE REGIONALI: SEMESTRE DI PRESIDENZA ITALIANO CONSIGLIO UE, POLITICHE SOCIALI E OCCUPAZIONE AL CENTRO DELL’EVENTO PROMOSSO DALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA

 EVENTO VENERDI’ 11 APRILE 2014 ORE 10 CASTEL DELL’OVO

 APRIRA’ I LAVORI IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA PAOLO ROMANO

 NAPOLI, 4 APR – Politiche sociali e occupazione: le Assemblee Legislative Regionali verso il semestre di Presidenza italiano del Consiglio dell’Unione Europea: è il tema dell’evento promosso dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Campania che si terrà venerdì 11 aprile 2014 alle ore 10 a Castel dell’Ovo, a Napoli.

L’iniziativa si colloca nell’ambito del programma del Senato della Repubblica e della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative Regionali e delle Province Autonome per delineare il percorso di approfondimento e di dibattito sulle grandi priorità politiche dell’Unione Europea al fine di far emergere le proposte dei territori in occasione del semestre europeo a guida italiana.

Ad aprire il dibattito sarà il Presidente del Consiglio Regionale della Campania Paolo Romano.

Seguiranno gli interventi del Coordinatore della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative regionali e Presidente del Consiglio Regionale dell’Umbria Eros Brega, del Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, del Sottosegretario di Stato alla Difesa Gioacchino Alfano, dell’Assessore regionale al lavoro e formazione professionale Severino Nappi, del parlamentare europeo Enzo Rivellini, del Segretario della Confederazione europea dei Sindacati Luca Visentini.

Sono previsti gli interventi di rappresentanti del mondo dell’impresa, del commercio, del lavoro, della cultura.

Concluderà i lavori il Sottosegretario di Stato al Lavoro e Politiche sociali Massimo Cassano.

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

L’occupazione sarà uno dei grandi temi non solo della Presidenza italiana, ma presumibilmente della nuova legislatura che avrà inizio dopo le elezioni dell’Europarlamento. L’auspicio espresso dal Governo italiano – e l’impegno in tal senso – è di farne una “legislatura della crescita”, lasciandosi alle spalle la “legislatura dell’austerità”. L’Unione europea, con oltre 500 milioni di abitanti e 26.5 milioni di disoccupati, deve mettere il problema del lavoro al centro della sua agenda, in particolare quello della disoccupazione giovanile. Legislatura della crescita significa completamento dell’Unione economico-monetaria e intesa sulla più ampia questione della governance economica della zona euro affinché, accanto alla moneta unica, si implementino politiche che consentano sviluppi positivi dell’economia europea, garantendo al contempo la coesione sociale e riducendo le disuguaglianze persistenti nelle nostre società. Ma legislatura della crescita significa anche che, per far fronte alla concorrenza delle economie emergenti, l’Europa deve creare i posti di lavoro necessari per una società dinamica e basata sulla conoscenza. Servono quindi investimenti in ricerca, innovazione ed istruzione, e politiche per l’occupazione che stiano al passo con i cambiamenti e che siano di ausilio al superamento della crisi economica.

 

Nel secondo semestre del 2014, l’Italia si troverà ad assumere la presidenza dell’Unione europea in un contesto molto delicato, di ridefinizione degli assetti istituzionali e all’indomani delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo. Essa dovrà svolgere la sua funzione di guida ed impulso, oltre ad assicurare continuità e coerenza all’azione dell’Unione nella fase di passaggio tra due legislature, in un periodo in cui verranno a maturazione scelte importanti, come la designazione dei Presidenti di Commissione europea e Consiglio europeo e dell’Alto Rappresentante per la Politica estera dell’Unione.

Il 2014, inoltre, è l’anno nel quale è prevista la messa in opera di nuove normative e decisioni europee di grande portata: ha inizio il ciclo di bilancio 2014-2020 che libererà risorse per l’innovazione tecnologica e gli investimenti, volano per crescita e occupazione, e per sostenere lo sviluppo competitivo e la cultura imprenditoriale delle PMI europee; l’Unione economica e monetaria sarà perfezionata dalla messa in opera del Meccanismo Unico di Risoluzione e del Meccanismo Unico di Vigilanza Bancaria; dopo le elezioni di maggio, si dovranno affrontare con maggiore concretezza i temi legati all’immigrazione ed alla definizione di una politica comune.

Il Governo intende, durante il semestre di presidenza italiano, ed in linea con le presidenze di Lettonia e Lussemburgo – che costituiscono il “Trio di Presidenze” approvato dal Consiglio UE nel 2007 per garantire la continuità e la coerenza dei lavori – portare avanti alcune priorità europee: il rilancio della competitività, della crescita e dell’occupazione; la gestione condivisa dei flussi migratori verso l’Europa; il completamento dell’Unione economica e monetaria, per un’Unione più stabile, integrata e solidale; il sostegno all’unione politica e la conseguente riflessione sui futuri assetti istituzionali dell’Unione.

In linea con lo spirito della nuova Legge 24 dicembre 2012, n. 234, che rafforza la partecipazione degli organismi legislativi alla formazione ed attuazione della normativa e delle politiche dell’UE, i Presidenti delle Assemblee regionali – in coerenza con gli obiettivi politici individuati dalla Presidenza italiana dell’UE – intendono avviare un percorso di approfondimento e dibattito su grandi priorità politiche e legislative europee, al fine di far emergere le proposte dei territori ed a rafforzamento della legittimità democratica dell’architettura istituzionale e della azione dell’Unione europea.

La Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome porterà a sintesi il contributo di idee e le proposte concrete che emergeranno dagli incontri di approfondimento – organizzati presso le sedi delle Assemblee legislative e che vedranno coinvolte le rappresentanze economico-sociali più significative della società italiana – in una relazione finale che presenterà ufficialmente al Governo nell’ambito dell’incontro conclusivo, attraverso un dibattito aperto e inclusivo tra i rappresentanti delle istituzioni e delle parti interessate.

Emerge qui il ruolo delle Assemblee regionali quali rappresentanti degli interessi di maggioranza e minoranza, e quale strumento di percezione e veicolazione delle istanze socio-economiche regionali e locali, oltre allo specifico ruolo pedagogico che agevola la conoscenza e la comprensione delle tematiche all’ordine del giorno dell’agenda europea, in linea con l’auspicio del Governo che la Presidenza dell’UE diventi un’occasione per incrementare la consapevolezza dei problemi dell’Unione.

Al fine di inquadrare gli eventi di preparazione al Semestre di presidenza italiana in una logica unitaria e con l’obiettivo di far emergere le attese e le esigenze concrete del “Sistema-Italia” mettendole a disposizione dei decisori politici, gli incontri – articolati in quattro appuntamenti sul territorio secondo altrettanti direttrici principali – sono promossi dalla Conferenza e dal Senato della Repubblica, in collaborazione con il Consiglio italiano del Movimento europeo.

L’incontro dell’11 aprile è organizzato con  il Consiglio regionale della Campania.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.