ESCLUSIVA a Carlo Nugnes, Ass. Sport e Turismo Castel Volturno: “Renderemo il nostro paese un luogo migliore da vivere”

IMG_3369A giugno di quest’anno a Castel Volturno è stata scelta una nuova amministrazione, dopo due anni di commissariamento e tanti anni di amministrazioni poco durature, è stata scelta un’amministrazione fatta di tanti giovani. Nella campagna elettorale c’è stato tanto entusiasmo e tanta felicità per il vincitore Dimitri Russo che è saputo entrare nel cuore di una città intera. Proponiamo, di seguito, l’intervista all’Assessore al turismo e allo sport Carlo Nugnes, uno tra i maggiori protagonisti di questa estate, tra eventi e procedure per la comunità…

Dott. Nugnes vorremmo conoscere il suo pensiero sugli eventi di
questa  estate?

Quest’anno ho puntato molto sul centro storico, non perché mi piaccia di più ma semplicemente perché ritengo che sia l’identità del paese. Penso che lo scenario che può offrire il centro storico alle attività e agli eventi che noi andiamo a proporre sia uno scenario straordinario. Ad esempio, abbiamo organizzato la festa del  fresco pescato proprio qui a Piazza Castello e ci hanno aiutato i ragazzi dell’associazione Libera ad addobbare la piazza, e con lo scenario del castello, seppur ingabbiato, era qualcosa di sensazionale, e da li l’idea  di montare il palco per la festa della mozzarella che si è svolta il 23 e 24 agosto, proprio davanti al ponte,  perché io volevo  che ritornasse a vivere la casa comunale, che la gente si affascinasse di nuovo a questa struttura che tra l’altro è stata anche dominata da delle luci particolari e veramente è stato un grande spettacolo.

 Secondo lei  quali sono stati i motivi di una particolare condivisione da parte della cittadinanza e che affluenza c’è stata agli eventi?

Io  credo che la cittadinanza questa volta è partita un poco incredula, poi si è lasciata coinvolgere dal nostro entusiasmo. Io però voglio ricordare che gli eventi che abbiamo effettuato in paese sono stati tutti creati con l’aiuto delle attività commerciali, di imprenditori di zona e di amici che hanno voluto offrire il loro supporto per gli eventi, e secondo me sono stati anche ripagati, e non parlo solo di chi magari ha avuto dei positivi riscontri economici: sono stati ripagati tutti perché hanno rivisto rivivere il loro paese, hanno rivisto il traffico, i parcheggi pieni, hanno visto veramente quello che non si vedeva da 20 anni a Castel Volturno. L’affluenza maggiore c’è stata per il primo appuntamento della festa della mozzarella, il 23 agosto; per la circostanza c’è stato Gianluca Capozzi in concerto, ed abbiamo stimato dalle 8 alle 9 mila persone. Per noi è stato un risultato meraviglioso, per la seconda serata ci aspettavamo un affluenza minore ma invece è andata benissimo, si sono esibiti i gruppi : Radio Freccia, tribut band Ligabue, e Mister Hide, che avevano già avuto un grandissimo successo a Pinetamare, e noi abbiamo voluto riproporre qui, e si sono dimostrati davvero dei grandi artisti, capaci di coinvolgere la piazza, quasi come se fosse un po’ una festa di capodanno.

Ci sono state criticità organizzative che avete incontrato?

Si, nell’approcciarci un po’ alla parte più anziana del centro storico, una parte ancora non pronta ad affrontare questa affluenza e la musica ad alto volume, però sono stati stesso i cittadini del posto ad aiutarci ad affrontare queste persone e a fargli capire che sono eventi sporadici che durano al massimo 2 giorni, e l’entusiasmo necessario per realizzare gli eventi paradossalmente è stato trasmesso anche da loro, poi è stato difficile fargli accettare l’area pedonale durante gli eventi, un progetto che io ho a cuore perchè io vorrei che tutto il paese fosse area pedonale.

 Ci  sono stati stimoli o proposte per nuove attività da inserire per il prossimo anno da parte della cittadinanza?

Ci sono stati sicuramente dei consigli che noi abbiamo accettato ben volentieri,
probabilmente più che sulle attività, sulle location da utilizzare, sui giorni da scegliere, comunque io quest’anno ho avuto  non poche difficoltà a realizzare tutti gli eventi del territorio, perché qui a Castel Volturno dove  non c’è stata un amministrazione negli ultimi 2 anni, le associazioni hanno fatto l’estate a Castel Volturno, ed io quest’anno non me la sono sentita di vietare, privare o decidere per loro, ho lasciato che loro continuassero a fare quello che hanno fatto, le ho aiutate sistemate nella nostra guida agli eventi, però l’anno prossimo la faremo tutti insieme l’estate. Uniremo le forze e decideremo insieme per un’estate migliore di questa, per il resto sono contento, i cittadini hanno danto grande fiducia, la volontà è quella di far tornare le persone a Castel Volturno. Io ritengo che noi dobbiamo creare dei programmi estivi e non, infatti la farò anche per il periodo invernale, eventi che si susseguono in maniera talmente elevata che si trasmette alle persone la volontà di non tornare a Napoli ogni sera, ma magari di fittarsi una casetta qui e godersi tutti gli eventi che proporremmo, in più anche avere il mare pulito riporterebbe gente qui. Io ritengo che Castel Volturno sia un paese con tantissime risorse, noi possiamo cominciare a pensare di sfruttare la pineta, quindi magari riuscire a farla gestire a delle cooperative o a dei giovani, creare dei punti di ristoro ombreggiati, dei punti che servono da intervallare quella che è la mattina e il pomeriggio al mare, tipo l’oasi in baia verde che già sono stati determinati i lavori di riapertura e che è diventata un punto importante del nostro progetto, ma non lo è solo quello, ne abbiamo altri di parchi, c’è anche quello al villaggio del sole che ha un bellissimo parco giochi, alla quale già stiamo provvedendo a farlo ripristinare, il 30 agosto sarà ripristinata  anche la villetta in Pinetamare, un po’ come è stato fatto per scatozza, con l’aiuto di I Love Pinetamare e di tutti i commercianti e cittadini.

Ci può dare delle anticipazioni sui programmi dell’amministrazione, e del suo assessorato in particolare in merito allo sviluppo delle attività produttive e turistiche presenti sul nostro territorio?

Noi per primo dobbiamo imparare a sfruttare le risorse del territorio, noi vogliamo cercare di portare a conoscenza la regione di tutto quello che è capace di produrre Castel Volturno, e lo faremo proprio attraverso questi settori, quello della pesca che è una risorsa fondamentale per il nostro paese, e per questo abbiamo un progetto, quello della banchina fluviale, che sta andando avanti e per il quale stiamo lottando tanto. Immaginate voi di portare la mattina lo sbarco del pesce fresco qui, abbiamo in programma ovviamente di portare il mercato del pesce qui a Castel Volturno, in più abbiamo un settore turistico legato proprio alla nautica che è fondamentale:  usciranno fuori quasi 300 posti barca, si andrebbe anche a sopperire la mancanza del porto in Pinetamare che attualmente è chiuso, e sarebbe molto importante. Il nostro paese ha degli stabilimenti balneari straordinari, con grandi imprenditori, capaci veramente di offrire una marcia in più rispetto a quello che è adesso il turismo balneare, ma vanno aiutati, mantenendo strade pulite, un livello sociale più elevato, e nello sfruttare questo tipo di risorse noi andremmo a proporre eventi sempre più importanti, ma io sono convinto di una cosa, sulla scia dell’entusiasmo di quest’anno, l’amministrazione avrà alle spalle l’intero territorio, tutti uniti per creare un’estate più grande di questa, e vi dico non solo d’estate ma anche d’inverno. Il mio progetto partirà da dicembre, un mese di festeggiamenti, dall’8 dicembre all’8 gennaio, ho intenzione di portare le luci artistiche nel nostro paese, di fare serate di gran galà, fare il concerto di Natale sulle sponde del fiume, che sarà uno scenario straordinario; ho già preso contatti con il conservatorio di Napoli per portare l’orchestra qui, poi inserire delle sagre, e fare in modo che il periodo di Natale sia un mese molto vissuto a Castel Volturno e sono convinto di riuscire a portare i turisti a Castel Volturno anche d’inverno, persone che verranno per le attrazioni che noi andremmo a proporre. Sono sicuro e fiducioso di riuscirci, poi come sappiamo  la gente è sfiduciata e stanca, perché adesso hanno bisogno di certezze ed ha bisogno di essere ricaricata, però paradossalmente se tu gli dai l’impulso di elettricità loro sprigionano un’energia pazzesca. Durante il mese di agosto abbiamo svolto tante attività sportive, abbiamo fatto dei tornei  di beach volley e beach soccer, abbiamo portato lo zumba nel centro storico, abbiamo organizzato una giornata di tiro con l’arco, ed abbiamo riscontrato una grossa partecipazione dei cittadini e tutti anno potuto provare gli sport che si effettuano a Castel Volturno, poi il 24 agosto c’è stata anche la giornata del softaire, perché a Castel Volturno  c’è una associazione chiamata Swaat Castel Volturnoche pratica questo sport della quale io ne faccio parte, ed è un associazione che crea questi eventi di guerre simulate per ragazzi, è una cosa simpatica e divertente, tutta all’insegna del rispetto delle regole, e finanche il Sindaco ha partecipato all’evento andando a giocare lì nella pineta al villaggio del sole, quindi abbiamo davvero cercato di dimostrare tutte le bellezze del nostro territorio dallo sport al turismo dai prodotti tipici a quelli ancora poco conosciuti tipo con la festa del fresco pescato, perché non tutti  sanno che gran parte del pesce che compriamo ai mercati generali viene direttamente pescato nelle nostre splendide e ricche coste.

Noi sappiamo che tra le sue deleghe c’è quella dell’istruzione, ci sono aggiornamenti che la cittadinanza deve sapere?

Per la prima volta quest’anno abbiamo creato un piano di  manutenzione ordinaria che a Castel Volturno non c’è mai stato, quindi abbiamo potuto dire alle scuole presenti sul nostro territorio quando avremmo effettuato i lavori di manutenzione, e per la maggior parte sono stati rispettati i tempi. Castel Volturno quest’anno non avrà i doppi turni, con un grosso lavoro  attraverso la mia intercessione con l’ufficio tecnico che a lavorato praticamente sempre, abbiamo ripristinato il grosso danno che aveva l’istituto Giuseppe Garibaldi  al centro storico, che è stato per un anno nei doppi turni, lo abbiamo ripristinato in deroga, nell’attesa che si faranno i lavori grossi , in più  il primo circolo didattico  in via nuova occidentale aveva 5 classi che ruotavano perché non gli era ancora stato consegnato l’istituto in via S. Rocco, cosa che  è stata fatta giovedì 21 agosto, ed è stata anche risistemata per poter aprire, quindi entrambi gli istituti non faranno più i doppi turni, poi l’anno scorso sono arrivati i libri tardissimo, qualcuno addirittura li a ricevuti in dicembre, quest’anno a differenza degli anni precedenti in data 18 luglio ho inviato le cedole a tutte le scuole del territorio, il primo giorno di scuola le cedole saranno consegnate ai ragazzi, le librerie  già sono state informate e quindi si sono già rifornite del materiale didattico necessario, in più a giorni abbiamo la gara d’appalto per la mensa scolastica, che non verrà più fatta da settembre a giugno, ma per far si che i bambini usufruiscono del servizio già da subito la gara verrà fatta fino a dicembre 2015, ciò vuol dire  che l’anno prossimo quando a giugno terminerà l’anno a settembre avremo già una nuova ditte per la mensa scolastica, quindi sarà un servizio mensa senza interruzione,e di questo voglio ringraziare anche le presidi che mi hanno appoggiato, infatti anche per loro ho tantissimi progetti da proporre, quest’anno per le scuole sarà un anno molto più dinamico, e cercheremo di  avvicinare sempre più giovani delle scuole del territorio alla politica e quindi al comune, un mio progetto è quello di portare qui un consiglio di ragazzi, una cosa alla quale ci tengo molto, per far avvicinare i ragazzi alla politica così da formare le classi dirigenziali del domani.

Assessore Nugnes ed infine ci parli un po’ delle sue deleghe, sappiamo che sono tante?

Certo, ho la delega al personale, la prima cosa che sono riuscito a fare  in brevissimo tempo è stata quella di restituire a Pinetamare l’ufficio anagrafe che è stato inaugurato in data 18 luglio, quindi a 20 giorni esatti dal nostro insediamento in comune, con un grandissimo interessamento  da parte mia perché ritenevo che fosse un primo gesto per la cittadinanza che noi ci impegnavamo da subito,  ovviamente ringrazio anche chi si era impegnato dell’apertura già prima di me, da settembre ci sarà una grandissima riorganizzazione della casa comunale, i dipendenti già sono stati  informati e si aspettano di vedere delle novità positive, uno spostamento degli uffici e non necessariamente dei dipendenti, una ristrutturazione degli uffici, è non intendo in quanto a scrivanie e sedie, ma una ristrutturazione del modus operandi degli uffici. Poi tra le mie deleghe c’è anche quella all’innovazione e quindi una ristrutturazione anche grazie all’ausilio di nuove apparecchiature informatiche, per far si che il dipendente sia incentivato al lavoro, perché se lavori per meno tempo su di una pratica e con risultati maggiori sicuramente il lavoro diviene meno stressante, poi comunque o istaurato un rapporto fantastico con i dipendenti e le posso dire a gran voce e difatti e temo di dover smentire chi in campagna elettorale diceva che i dipendenti del comune non lavorano, c’è sicuramente chi lo fa di più e chi meno ma tutti lavorano, e poi credo che l’entusiasmo della nostra vittoria abbia coinvolto anche loro, oggi mi sento di avere i dipendenti dalla nostra parte, non saranno tutti ma sono tanti, e questo per me è importante, adesso ritengo che quello che servirebbe al comune oggi sia una ventata di gioventù, di persone nuove, però per il momento siamo impossibilitati di fare nuove assunzioni e formazioni, causa dissesto finanziario, e quindi dobbiamo sfruttare al massimo le risorse che abbiamo.

 Assessore Nugnes per quanto riguarda il castello ingabbiato da anni cosa ci dice?

Riguarda al castello vi faccio una confidenza, sarebbe stata nostra intenzione andare lì con un gruppo di giovani e smantellare questa gabbia che vi è intorno,  purtroppo c’è da seguire un iter burocratico che è lungo e pretestuoso, ma il nostro obbiettivo sarà quello di creare di Castel Volturno lo specchietto delle allodole della regione Campania, tra il centro storico, pineta mare, baia verde, villaggio del sole, destra volturno e Ischitella, il nostro obbiettivo è quello di creare dei borghi che ci invidieranno  in tanti, poi da solo il centro storico ha tante di quelle cose che la gente vorrà venire e non andrà più via di qui, nel centro storico affaccia un ponte sul fiume e lo spettacolo viene al tramonto, uno spettacolo meraviglioso, vedere il tramonto accarezzare il fiume, un fiume maltrattato, il più delle volte deturpato della sua bellezza, ma che nonostante tutto continua a scorrere, io credo che questo paese si rispecchia tanto in questo fiume, e noi accompagneremo Castel Volturno verso una grande risalita, poi stiamo facendo uno studio accurato sul fiume per riprendere definitivamente possesso del fiume Volturno, e come questo accadrà faccio una promessa, i calacala andranno via, ci tengo a precisare che questo è uno degli obbiettivi fondamentali della nostra amministrazione, diceva il sindaco in campagna elettorale “appicc a rezz”, “accendi la rete”, l’obbiettivo di questa amministrazione è di  demolire i “calacala” abusivi con annesse baraccopoli, per ricreare un regolamento sulla pesca e sul fiume, noi daremo l’opportunità a chi lo vorrà fare, di mettersi in regola, altrimenti verrà usata anche la rimozione coatta delle strutture abusive.

COMMENTO– Facciamo gli auguri a questa amministrazione giovane. Oggi a Castel Volturno non è semplice fare il sindaco, amministrare un paese dove tutti vogliono risposte ma dove per ora risposte non ce ne sono, trovarsi ad amministrare un comune in dissesto finanziario e purtroppo dover dire di no a tante cose.

Però io credo in questi giovani, perché hanno voglia di mettersi in discussione, voglia di fare e amano il nostro paese, hanno caparbietà e intraprendenza. Castel Volturno aveva bisogno di una ventata di gioventù e credo che dopo avere visto migliaia di tramonti sul fiume mi mancava vedere un’amministrazione così unita, compatta e presente, per il bene di Castel Volturno, e spero di vedere altrettanti tramonti migliori per la rivincita del nostro bel paese Castel Volturno.

Raffaele Esposito 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.