Esagono apre a Caserta un nuovo Concept Store. Mercoledì 11 marzo ore 19

giovanni boEsagono apre a Caserta un nuovo Concept Store

Opening

Mercoledì 11 marzo alle 19

 

 

 

“Il design che cerchi, lo stile che ami”. È questa la filosofia che contraddistingue da più di quaranta anni l’attività di Esagono, l’azienda specializzata nel settore della vendita di ceramiche, pavimenti e arredo bagno, un fiore all’occhiello della provincia di Caserta. La professionalità e la concretezza hanno accompagnato Giovanni Bo sin dal 1969, quando in pieno boom economico, insieme con il fratello Francesco, fondò il primo punto vendita di piastrelle in via della Libertà ad Aversa.

Mercoledì 11 marzo alle ore 19 in piazza Sant’Anna apre il nuovo Concept Store nel cuore della Caserta più autentica. Chiude lo storico show room di via Daniele e inizia un innovativo progetto espositivo, uno spazio di 600 mq diviso a metà tra interno ed esterno, strutturato in modo tale da far interagire gli spazi per eventi e mostre. Il progetto fatto di ricerca e innovazione e studiato nei minimi dettagli è stato realizzato dallo studio Archemia di Aversa dagli architetti Giustino Marino e Gianpaolo Bo.

Sarà quindi uno spazio dedicato al design, all’architettura, ma anche alla ricerca artistica e culturale. Sarà punto di riferimento per il gusto, nel segno di una raffinatezza estetica e di una qualità eccellente dei materiali. Il concept store ospiterà prestigiosi brands quali Mutina Ceramiche e Bauwerk, giusto per citarne qualcuno, che andranno ad aggiungersi ad altri come Gessi, Cotto d’Este, Iacuzzi e tante altre marche di altissimo livello ormai di casa da Esagono. Ci sarà, dunque, solo l’imbarazzo della scelta.

L’impostazione del concept store riflette proprio la personalità eclettica di Giovanni Bo, che non ha limiti. L’imprenditore è protagonista di Confindustria  a Caserta ed è anche nel comitato esecutivo dell’Angaisa, l’Associazione nazionale commercianti articoli idrosanitaria climatizzazione pavimenti rivestimenti arredobagno. Personalità dinamica, dunque, quella di Giovanni Bo e la ha già dimostrato nella vivacità degli eventi organizzati nello spazio di Aversa ristrutturato di recente. E non a caso, Giovanni Bo ha ricevuto direttamente dalle mani del presidente di Confindustria Sergio Squinzi un prestigioso riconoscimento “per l’originale utilizzo dell’arte nella comunicazione, in particolare, per il rapporto innovativo creato con il territorio, puntando con originalità sull’architettura e sulle arti visive”.

 

 

 

Ufficio Stampa

(Maria Beatrice Crisci)