Ept Caserta. “Itinerario d’arte in Terra di Lavoro”. Cinque tappe in giro per la provincia

ept conferenza stampaCaserta, venerdì 19 settembre 2014

 

Itinerario d’arte in Terra di Lavoro

Cinque tappe in giro per la provincia

per valorizzare e far conoscere il patrimonio architettonico

e l’arte contemporanea

 

“Valorizzare il territorio di Terra di Lavoro è per l’Ente Provinciale per il Turismo una priorità ed iniziative del genere non possono non essere sostenute”. Così il commissario dell’Ept di Caserta Lucia Ranucci che ha aperto la conferenza stampa di presentazione  dell’evento “Itinerario d’arte in Terra di Lavoro” di cui l’Ept, è partner insieme a Comune e Provincia di Caserta. Il progetto, curato dall’architetto Giovanna D’Amodio, è organizzato dall’Associazione Arteggiando in collaborazione con l’Ordine degli Architetti della Provincia di Caserta. La manifestazione si svolgerà nel corso di circa nove mesi, e si propone di portare all’attenzione di un vasto pubblico dimore baronali e antichi castelli, presenti sul territorio provinciale. Il percorso è finalizzato alla promozione dell’arte contemporanea e alla valorizzazione del patrimonio architettonico della città di Caserta e della provincia  con esposizioni  pittoriche al loro interno.

Ben cinque le tappe: Riardo e il suo borgo (4/19 ottobre), il Castello di Casapozzano ad Orta di Atella (30 novembre/28dicembre), il Museo Campano di Capua (1 febbraio/6 marzo 2015),  il Museo di Calatia a Maddaloni (8 marzo/22 Marzo 2015) e il Complesso Monumentale di San Leucio (24 maggio/2 giugno). Alla rassegna saranno abbinati altri eventi artistico-culturali il cui programma sarà poi pubblicato sul sito dell’Associazione www.associazionearteggiando.it.

Con il commissario dell’Ept Ranucci, il Presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, il Sindaco di Caserta, Pio del Gaudio, il Presidente dell’Ordine degli Architetti, Domenico De Cristofaro, il Presidente dell’Associazione Arteggiando, Giovanna D’Amodio. E ancora, il Sindaco di Riardo, Nicola D’Ovidio. Presenti l’Amministratore delegato del Castello di Casapozzano (Orta di Atella) Vincenzo Pastena, per il Museo Campano di Capua, Giorgio Crovella e per il Museo di Calatia (Maddaloni) la direttrice Elena La Forgia.

In tutti la ferma convinzione che la manifestazione sarà una rinnovata occasione di rilancio e di valorizzazione di un territorio dal potenziale culturale elevatissimo, ricco di storia e di bellezze, nonché fucina inarrestabile di artisti. Per De Cristofaro si tratta di “una iniziativa molto importante per il territorio di Caserta. L’Ordine degli Architetti è impegnato fortemente in questa direzione perché crediamo fermamente che il riscatto della provincia viene solo attraverso iniziative culturali”. “Promuovere l’arte contemporanea e valorizzare i nostri beni – ha detto Zinzi – è una strada che la Provincia di Caserta ha intrapreso ormai da tempo”. Per il sindaco Del Gaudio “è questa una iniziativa bellissima non solo perché di valorizzazione, ma anche perché parte da un ordine professionale e come tale ha anche il compito di stimolare gli Enti e le Istituzioni mettendole insieme per realizzare iniziative”.

Questi gli artisti che esporranno nel corso delle cinque tappe: Alessandra Carloni, Alfredo Avagliano,  Alfio Zarbano,  Anna Scopetta,  Armando Trenti,  Arturo Casanova,  Aurora Baiano,  Battista Marello, Carlo De Lucia, Carmen Garofalo, Carmen Pomella, Claudio Meli, Elena Palladino,  Ennio Montariello, Enzo Elefante, Ernesto Massimo Sossi, Ester Chianese, Evan De Vilde,  Gisela  Roberta, Giulia Nardone, Giuseppe Di Ganci, Kristina Milakovic, Livio Marino, Luca Dall’Olio, Luciano Campitelli, Mafonso, Maria Bellucci, Maria Comparone,  Massimo Pozza,  Maurizio Rossetti, Natascia Gillo, Pascal, Peppe Ferraro,  Peppe Gargiulo, Pierfelice Trapassi, Riccardo Dalisi, Rosa Perugino, Salvatore Di Leva, Silvia Rea, Stefania Chiaravalle, Vincenzo Piatto.

 

Ufficio Stampa

                                                                                                                          Maria Beatrice Crisci