Egemonia europea: il Napoli si vendica e straccia lo Young Boys per 3-0

2014-11-06_21-50-26Questa squadra è piena di energie, rinvigorita dal momento estremamente positivo. Lo Young Boys ha sofferto per 90′, rendendosi pericoloso solo nel finale di gare, con un tiro respinto dall’uscita bassa di Rafael. Nel corso della gara il Napoli ha manifestato la propria superiorità tecnico-tattica. Calciare 24 volte, di cui 11 tiri sono nello specchio della porta, dimostra quanto questa squadra può vantare un potenziale offensivo di elevata caratura e pericolosità. Nonostante Benitez abbia attuato un massiccio turn over, la squadra ha dimostrato carattere e personalità. Ritmi veloci e tante palle gol, di cui la maggior parte il Napoli ha sciupato. Per fortuna che De Guzman l’ha sbloccata agli sgoccioli del primo tempo con un tiro-cross infilatosi sotto l’incrocio del palo opposto. La gara si spacca, il ghiaccio si scioglie e il Napoli approfitta di un avversario che concede ampi spazi ma è incapace di ripartire in contropiede. De Guzman ne approfitta ancora, prima a porta vuota dopo una bella discesa tra velocità e sportellate di Zapata che serve l’olandese che appoggia la palla in rete, poi con una palla vagante nel cuore dell’area utile a firmare il 3-0 definitivo e la prima tripletta in maglia azzurra.

Il Napoli sale a 9 punti e Benitez ha promesso di passare certamente il turno. La piazza ci crede e pretende almeno questo traguardo. Nelle ultime 9 partite, tra campionato e Coppa, il Napoli ha collezionato 5 vittorie, 3 pareggi ed una sola sconfitta, quella a Berna. E’ una squadra in ascesa nei risultati, nelle prestazioni, nella mentalità e nella concentrazione. Le vere energie, quelle positive, salgono a galla e rappresentano un arma vincente per la squadra. E’ ritornato a splendere il sole già da un po’ in casa Napoli e la serenità è uno degli ingredienti fondamentali per una squadra che merita il meglio, in Italia così come in Europa.

Fabio Corsaro

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!