ECDC. Pubblicato il rapporto sulle tendenze di consumo di antibiotici nei settori comunitari e negli ospedali in tutta Europa

sportello-dei-dirittiL’ECDC, l’Ente Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie, ha pubblicato il secondo rapporto annuo per la sorveglianza degli antibiotici per il consumo nella rete europea (ESAC-Net).

La relazione si basa sui dati di consumo di antimicrobici nelle comunità (settore di assistenza primaria) e nel settore ospedaliero segnalata all’ECDC per l’anno 2011 da 27 Stati membri dell’UE e due paesi extra-UE di See (Islanda e Norvegia).

Il report presenta i dati per le tre categorie principali di antimicrobici:

•          antibatterici per uso sistemico (gruppo ATC J01);

•          antimicotici per uso sistemico e antimicotici per uso sistemico (gruppi ATC J02 & D01BA);

•          antivirali per uso sistemico (gruppo ATC J05).

L’importanza della conoscenza di questi dati per le istituzioni e per gli operatori sanitari, ma anche  per i cittadini, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” è connessa al fatto che, com’è noto, l’uso improprio e l’abuso di sostanze antimicrobiche è uno dei principali fattori responsabili per lo sviluppo e la diffusione della resistenza agli antimicrobici.

Ciò è diventato una seria minaccia alla salute pubblica, in particolare la causa della comparsa e la diffusione di batteri altamente resistenti, e perché ci sono pochissimi nuovi agenti antimicrobici nella pipeline di ricerca e sviluppo.

Sempre più paesi europei implementano o intendono implementare, azioni per controllare la resistenza antimicrobica nella Comunità attraverso un uso razionale degli antimicrobici, comprese campagne di sensibilizzazione sull’uso prudente degli antibiotici.

I dati sul consumo antimicrobico in Europa e in particolare il consumo di antibiotici, possono informare gli operatori sanitari e i responsabili politici per aiutarli a monitorare i progressi verso un uso più prudente degli antibiotici.

L’ECDC fornisce anche accesso a un database interattivo sul sito dell’ECDC. Permette la visualizzazione dei dati selezionati sul consumo antimicrobico in diversi formati, quali tabelle, figure e mappe. Il database include i dati sul consumo antimicrobico negli Stati membri dell’UE e due paesi extra-UE dello Spazio Economico Europeo (Islanda e Norvegia) dal 1997 al 2011.

“A healthy eye with full visual capacities is of no use in a dead body,” he said.Lecce, 7 febbraio 2014                                                                                                                                                                                            

Giovanni D’AGATA

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.