È PASSAT ‘A NUTTATA – Napoli, vince il gruppo

2015-10-25_22-00-32Quella col Chievo è una vittoria che probabilmente gli scorsi anni sarebbe sfuggita al Napoli. La grande intensità di gioco, i ritmi alti degli azzurri, la concentrazione fino all’ultimo istante di gara sono risultati determinati per la conquista di 3 punti che valgono oro. Il Napoli incanta, esprimendo un buon calcio e vincendo la quarta partita di fila in campionato grazie alla rete di un Higuain, in gran spolvero, sereno e soprattutto a suo agio in mezzo al campo. Il nervosismo è un ricordo lontano, i gol invece fanno parte sempre del suo mestiere. Sarri considera l’argentino potenzialmente il più forte centravanti del mondo; il Pipita, ottimizzando le sue capacità, sta dimostrando di essere il vero trascinatore della squadra a suon di gol e carattere.

La vera forza del Napoli, tuttavia, è la coralità di squadra, un gruppo animato da una sintonia quasi disarmante. Le fondamenta della squadra sono state rinforzate nel modo giusto durante il mercato estivo: innesti come Allan e Hysaj hanno completato un organico potenzialmente già forte. La bravura di Sarri sta nel tirar fuori il carattere e le qualità dei singoli per armonizzarle in un unicum ad oggi completo e vincente.

Un dominio partenopeo indiscutibile quello contro il Chievo: 18 tiri, di cui 4 in porta, 66% possesso palla e 579 passaggi completati, di cui 95 solo di Jorginho, il vero fulcro di gioco di questa squadra. La difesa continua a reggere egregiamente grazie alla sicurezza di Reina e alla rivalutazione di Albiol e Koulibaly. Ghoulam ed Hysaj rendono sempre ad alti livelli, in fase di spinta e di copertura, anche se sopravvive qualche problemino in marcatura per l’algerino. Il centrocampo è sinonimo di sostanza e qualità. Nonostante un Insigne non tra i migliori, sono tante le occasioni create in attacco e, in ogni dove del campo, questa squadra convince senza recriminazioni.

Testa subito alla sfida col Palermo per confermare quanto di buono si è fatto finora. Il Napoli incanta in Italia e in Europa ed è lecito sognare con una squadra così.

di Fabio Corsaro

 

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!