È PASSAT ‘A NUTTATA – Napoli, speranza senza gloria

Che ci vuoi fare se il Carpi erige un muro per 90 minuti di almeno 8 persone in area di rigore? Che ci vuoi fare se Mbakogu, unica punta della squadra emiliana, gioca dietro il centrocampo? La verità è che questo tipo di mentalità provinciale lede al calcio italiano: ne risente indubbiamente lo spettacolo ed una partita senza gol e giocata a senso unico.

Il possesso palla del Napoli, pari al 74%, i 616 passaggi completati, contro i 178 del Carpi, e i 22 tiri, di cui solo 4 in porta, non sono stati dati sufficienti per sfondare la diga avversaria. Le statistiche ci raccontano di un Napoli che ci ha provato ma che non è riuscito ad andare fino in fondo. Il punticino guadagnato da Castori e i suoi uomini chissà quanto potrà tornare utile in termini di salvezza per gli emiliani ma, sicuramente, per il Napoli sono 2 punti persi. L’Inter vola in classifica, l’unica a punteggio pieno, e l’opportunità di guadagnare punti su Roma e Juventus è stata una ghiottissima occasione mancata.

Reina son 3 partite che resta a guardare (dato estremamente positivo). La difesa sta acquisendo lentamente un’identità e la gara con la Juve è la prova del nove per poter dimostrare che effettivamente qualcosa è cambiato in quel reparto. Hysaj sulla destra si conferma calciatore intelligente e a suo agio: 77 passaggi completati su 86 effettuati e il migliore del Napoli, con Albiol e Koulibaly, per palle recuperate. I due centrali hanno mostrato maggior sicurezza negli ultimi 7 giorni, in particolare Koulibaly che può vantare uno stato fisico invidiabile. Ghoulam, invece, ha le sue solite difficoltà nel guardare negli occhi l’avversario e non farselo sfuggire.

Con Valdifiori nel mezzo del campo la manovra del Napoli è stata lenta e farraginosa. L’ex Empoli gioca nei suo 30 m di campo, muovendosi troppo lentamente ed essendo troppo poco propositivo in fase d’attacco. Jorginho, invece, in poco più di 35′ di partita ha effettuato più passaggi di tutti in zona offensiva (20 su 25), confermandosi tra i più in forma a centrocampo. Allan si consolida in netta crescita: recupera palloni, crea le occasioni e gli inserimenti non gli mancano; un giocatore completo.

Higuain & Co. ci hanno provato ma l’occasione più ghiotta Gabbiadini non l’ha concretizzata all’88’: sul filtrante alto di Callejon, l’inserimento dell’ex Samp è perfetto ma meno la conclusione, causa il disturbo di Gabriel Silva.

Sarri ha effettuato i cambi giusti e la squadra ci ha provato. Forse qualche inserimento in più palla a terra bisognava provarlo. Ma queste partite vanno così.
Ora testa a sabato sera per la partita più importante, dove tutto è consentito, tranne che sbagliare.

di Fabio Corsaro

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!