Domenica ore 11.00 Federico Fanti, paleontologo dell’Università di Bologna, ci parlerà di: L’ultima grande estinzione dei dinosauri: scienza e tecnologia uccidono più dei Dinosauri.

Locandina 2014Undici, dodici e tredici aprile: queste le date della ottava edizione di Collezionare la Natura, la mostra mercato/scambio dedicata a fossili, minerali, insetti, conchiglie, piante organizzata dal Centro Musei delle Scienze Naturali dell’Università Federico II di Napoli, nel Chiostro dei Santi Marcellino e Festo in Largo S. Marcellino 10.

Il format dell’evento, ormai sperimentato con successo, prevede:

  • Uno spazio espositivo dove incontrare espositori del settore per acquistare piccoli oggetti  naturali alla portata di tutti o autentiche rarità;
  • Un vasto programma di seminari e incontri su tematiche naturalistiche e culturali;
  • Esposizioni tematiche alla scoperta delle diverse tipologie di reperti, patrimonio del Centro Musei
  • Dimostrazioni didattico educative rivolte ai visitatori più giovani, ma non solo.

 

Per la sezione conferenze e incontri, venerdì alle ore 16.00, il paleo illustratore Franco Tempesta con Disegnare Dinosauri: Dimostrazione pubblica sull’approccio all’illustrazione scientifica degli animali preistorici, darà inizio al ciclo di conferenze che accompagnano la rassegna.

A seguito del successo riscosso nei precedenti incontri con le sue coinvolgenti conferenze anche quest’anno Alberto Angela, sabato alle ore 12.00 sarà a Collezionare, per condurci in un Viaggio affascinante alla scoperta della Cappella Sistina.

Domenica ore 11.00 Federico Fanti, paleontologo dell’Università di Bologna, ci parlerà di: L’ultima grande estinzione dei dinosauri: scienza e tecnologia uccidono più dei Dinosauri.

Domenica pomeriggio alle ore 16.30 sarà il turno di Ardea onlus che presenterà «Partecipa anche tu alla tutela dell’Avifauna campana», progetto scientifico per promuovere la conoscenza di specie animali tipiche del nostro territorio.

Per la sezione mostre quattro le esposizioni tematiche in programma per questa Edizione:

L’illustrazione scientifica della preistoria. Selezione di disegni realizzati da Franco Tempesta. A cura della Scuola italiana di Comix e del Museo di Paleontologia.

Passeggiando nel bosco: la fauna italiana. Selezione di reperti appartenenti alle Collezioni storiche del Museo Zoologico. A cura del Museo Zoologico e del Museo di Paleontologia.

Uomini, rocce e minerali: dalla preistoria alla protostoria, a cura del Museo di Antropologia e del Real Museo Mineralogico.

Res naturae: la natura in un click, Mostra fotografica realizzata dagli studenti del corso di Laurea in Scienze della Natura, con il supporto del prof. Salvatore Viglietti docente del Corso di fotografia naturalistica.

Destinati ai bambini curiosi di conoscere l’incredibile varietà delle forme Naturali i laboratori didattico educativi promossi dal Centro Musei, si svolgeranno nelle giornate di sabato e domenica con la collaborazione degli operatori didattici delle Associazioni Ediacara, Naturalia e Zoon. Durante le attività i giovani partecipanti saranno invitati ad osservare, manipolare, disegnare, raccogliere e riprodurre, con molta attenzione, i reperti naturalistici.

Nelle tre giornate della rassegna, Imma Punzo, socia del Gruppo Minerarologico Geologico campano, sarà protagonista di una dimostrazione pratica su tutte le fasi del processo di lavorazione che dalla pietra grezza conducono alla realizzazione delle gemme.

Anche in questa edizione la presenza dei ricercatori dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte consentirà al pubblico di poter osservare al telescopio le macchie solari.

Dove e quando: Chiostro dei Santi Marcellino e Festo, Largo San Marcellino 10, dall’11 al 13 aprile 2014

Orari: Venerdì e Sabato ore 9.30-19.30, Domenica ore 9.30-19.00

Costi: adulti € 2.50; studenti universitari € 1,00; bambini fino a 6 anni ingresso gratuito.

Per informazioni: 081 2537516, 081 2537517, 0812537587; www.musei.unina.it

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.