Domenica 14 settembre a Piano di Sorrento il primo Mercato della Terra di Slow Food Campania

mdt-costiera10 settembre 2014

A PIANO DI SORRENTO IL PRIMO MERCATO DELLA TERRA DI SLOW FOOD CAMPANIA

 

A Piano di Sorrento, domenica mattina 14 settembredalle ore 9,00 alle 13,00 Slow Food Campania inaugura il primo dei Mercati della Terra della regione e del sud Italia, nel cuore della costiera sorrentina, nel mercato ortofrutticolo di fine ‘800 della città di Piano di Sorrento, un’iniziativa molto attesa da cittadini e produttori che si rinnoverà la seconda domenica di ogni mese.
Saranno presenti il Sindaco Giovanni Ruggiero della città, il presidente Giuseppe Orefice e il responsabile regionale Mauro Avino di Slow Food Campania e i rappresentanti della condotta locale Rosa Paciello e Alfonso Tortora .

Il Sindaco dopo un percorso di iniziative con la condotta Costiera Sorrentina e Capri sigla l’alleanza per portare la sua città all’interno della rete internazionale dei Mercati della Terra.  «La nascita e l’ufficializzazione del “Mercato della Terra Costiera Sorrentina” a Piano di Sorrento rappresenta una rivoluzione nell’approccio al territorio. Dietro la proposta di Slow Food c’è innanzitutto un’idea forte e un metodo capace di aggregare e garantire la continuità alle idee».

Il responsabile dei Mercati di Slow Food Campania Mauro Avino chiarisce come i «Mercati della Terra rappresentino la cerniera tra il mondo urbano e quello agricolo, tra i progetti sull’agricoltura e quelli che si svolgono idealmente nelle aree urbane puntando sull’educazione del cittadino e dei ristoratori. Portiamo avanti una concezione di “gastronomia liberata” perché  l’intenzione che ci muove è liberare i diritti degli agricoltori, oggi provati dai grandi sistemi, e la voglia delle persone di partecipare attivamente ad un mondo tutto da riscoprire». Lo stesso attivismo viene sottolineato da Alfonso Tortora, membro del direttivo locale Slow Food: «È un progetto che funziona. E funziona perché oltre alla partecipazione delle Istituzioni che ci credono e dei produttori che vi aderiscono, si è formato un bel gruppo all’interno della Condotta locale, un’atmosfera gioviale che va oltre l’aspetto commerciale della vendita al pubblico».«L’attivazione di un “Mercato della Terra” – dichiara il Presidente regionale Giuseppe Orefice – è per il movimento Slow Food l’anello finale di una catena di azioni che mirano a creare valore sui territori e a restituire dignità e rilevanza ai contadini, dando ancor maggiore valore ai progetti dell’“Arca del gusto”, delle “Comunità del cibo” e dei Presidi Slow Food. La condotta Costiera Sorrentina e Capri ha voluto fortemente questo Mercato che da “punto di arrivo” di un percorso diventa “punto di partenza” per la ricostruzione di un valore di relazione che intorno al cibo ci fa ritornare uguali, in quanto esseri che si nutrono, e responsabili, in quanto esseri che con il loro lavoro e il loro impegno “nutrono”».           www.mercatidellaterra.it