Dicotomie Visive: la mostra del pittore Alfredo Troise

Venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 dicembre dalle 18:30 alle 21:00

Sala conferenze, Istituto Don Geremia Piscopo di Arzano

Il pittore Alfredo Troise, artista particolare, innovativo e geniale finalmente espone nella città in cui è cresciuto: Arzano, con la mostra “Dicotomie Visive”: vernissage che si inserisce nella cornice di cultura ed arte promossa all’interno del territorio locale.

Alfredo Troise, affetto dalle sindrome di Gilles de la Tourette presenta il proprio lavoro e la sua capacità artistica in un percorso che vedrà le sue opere esposte nell’aula magna del plesso scolastico Don Geremia Piscopo in via Napoli, ad Arzano venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 dalle 18:30 alle 21:00. Sarà possibile sul luogo incontrare l’autore stesso e ammirarne le opere, allietati da un piacevole sottofondo musicale.

L’iniziativa artistica è promossa dall’associazione “Liberamente” presieduta da Simone Paride Russo. Venerdì 9 dicembre alle ore 18:30, il presidente Russo introdurrà un dibattito sull’iniziativa, moderato dal giornalista Mimmo Caiazza.

Lotte interiori e affanni, io vivo fra due energie molto forti – afferma l’artista – una legata ad una sindrome l’altra, all’esigenza di esprimermi pittoricamente cercando di esorcizzare e convogliare tutti i disturbi e l’esplosività che la sindrome di Gilles de la Tourette mi comporta. Gli occhi che rappresento e i volti sono quelli delle persone comuni pronte a redarguirmi ad una mia esclamazione volgare legata alla Coprolalia (turpiloquio) – spiega Troise – Gli sguardi poco clementi e le occhiatacce sdegnose della gente comune, essere continuamente osservato ed additato come un oggetto misterioso od un fenomeno da baraccone, mi porta ad essere ossessionato nel riprodurre occhi e sguardi, che a loro volta sono gli stessi miei quando scruto il mondo la gente quando mi lancio nella giungla metropolitana che mi attanaglia e mi tiene in costante autodifesa – conclude poi l’artista – ed in guardia dagli atteggiamenti poco gentili del popolo, pronto a voltarsi ogni qual volta un tic motorio o verbale è pronto a farsi sentire”

L’arte, come la lettura, anche se passiva non nuoce, anzi crea benefici.

922527_10201088510156809_1767920775_o

10649814_517319915111434_7118714132007692037_n

11224768_501891693320923_5366858634066716772_n

11947514_512306208946138_8007206336157505293_n

11951889_501885476654878_3226524776222711099_n

 

About Gabriele Arenare

Classe '88. Laureato in Informatica (Tecnologie Multimediali), presso il dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Napoli "Parthenope". Diplomato in Fotografia pubblicitaria, Grafica pubblicitaria ed editoriale e Web Design presso l’ILAS (Istituto Superiore di Comunicazione visiva) a Napoli.