Di Rienzo alla Camera dei Deputati per il “Sogno Europeo”

cameraSi è tenuto ieri pomeriggio alle 17, presso la Camera dei Deputati “Sala delle Colonne” di Via Poli , 19 a Roma, l’atteso convegno dei giovani del Nuovo centrodestra  promosso da Domenico Naso,  Presidente dell’ass. di ispirazione cristiana “Omnia”, insieme ai primi 100 Presidenti dei Circoli giovani Ncd – Patto generazionale.  Presenti il Vice Coord. Vicario NCD Roma Sen. Stefano De Lillo, l’on. Vincenzo Taddei ed il Vice presidente del Parlamento Europeo Roberta Angelilli.

Al convegno è intervenuto Salvatore Di Rienzo, dei Giovani Ncd Campania: “La nostra generazione è quella che, più di tutte, ha vissuto una Europa priva di distanze. Siamo quelli dei voli a basso costo, dei programmi di studio come l’Erasmus, sicuramente quelli  più vicini ai  nostri coetanei europei. Nondimeno, oltre a questa serie di vantaggi, sulle nostre spalle pesa in maniera indiretta l’Europa dei vincoli, dei limiti burocratici ed economici. Siamo anche, nostro malgrado, la generazione che non trova lavoro dopo la laurea e dopo il master e che più di tutte auspica una Europa che sia fonte di opportunità e non motivo di preoccupazione. Per questo motivo, vivremo intensamente il sogno europeo – cosi come gli americani hanno vissuto l’american dream –  soltanto se l’Italia tornerà ad essere Nazione leader e punto di riferimento per l’intero continente. Il presupposto per il sogno europeo, in sostanza, è un nuovo grande miracolo italiano.”

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.