Dal carcere di Secondigliano “S.O.F.I.A. Onlus”: spettacolo di solidarietà per i detenuti

S.O.F.I.A. Onlus:  spettacolo di solidarietà per i detenuti del carcere di Secondigliano

NAPOLI – Lunedì 8 maggio, in occasione dell’avvento liturgico della Madonna del Rosario, presso la Casa Circondariale di Secondigliano a Napoli, l’associazione S.O.F.I.A. Onlus Sostegno Operativo Famiglie Italiane Assistite, ha realizzato all’interno di un luogo difficile e sofferente, quale un carcere, la tradizionale canzone partenopea che in questo caso diventa un efficace strumento di inclusione sociale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Un’iniziativa musicale di solidarietà e socio-assistenziale che ha visto la partecipazione della vera icona ed interprete della canzone napoletana, Ida Rendano in collaborazione con il talentuoso artista partenopeo Ivan Granatino. Sul palcoscenico dell’auditorium reparto mediterraneo dell’Istituto Penitenziario, entrambi gli artisti si sono esibiti con medley e performance live, davanti ad un folto gruppo di detenuti in cui si sono alzati in piedi per applaudire ma anche per ballare con entusiasmo sulle note dei più grandi successi personali del loro repertorio.

Sofia Bianco, presidente dell’associazione S.O.F.I.A., nel soffermarsi sugli obiettivi di questa iniziativa, ha affermato «L’associazione S.O.F.I.A., cerca di essere un importante supporto ai detenuti, durante la difficile esperienza di carcerazione. Inoltre è importante ridurre il disagio dei detenuti nel farci carico delle loro problematicità come comunità, pur sapendo che sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti dei detenuti è abbastanza difficile. La musica soprattutto la tradizione napoletana, sono di estrema importanza per costruire percorsi riabilitativi».
La Redazione

About Redazione Informare

Magazine mensile, gratuito, di promozione culturale edito da Officina Volturno, associazione di legalità operante in campo ambientale, sociale e culturale.