Dal 26 giugno sarà obbligatorio il passaporto anche per i minorenni che viaggiano sia in Europa che nel resto del mondo. Tutti i minori devono essere in possesso di passaporto individuale


Variano le regole per i minori che viaggiano in Europa e nel resto del mondo. Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, fa presente ai cittadini che l’iscrizione del minore sul passaporto del genitore è valida fino al 26.06.2012. Infatti da questa data il minore può viaggiare in Europa e all’estero solo con un documento di viaggio individuale. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.
Ad oggi esistono 4 modalità per portare in viaggio i figli minori di 18 anni, vediamo quali:
passaporto individuale
iscrizione sul passaporto di uno dei due genitori per figli con meno di 16 anni
Carta d’Identità secondo le norme dell’Unione Europea
certificato di nascita e cittadinanza convalidato dal questore per i figli minori di 15 anni
Dal 26 giugno la seconda modalità non sarà più possibile.
In sostanza entra in vigore l’obbligo di un documento di viaggio individuale.
Ai minori verrà rilasciato il nuovo libretto di passaporto con microchip, ma la normativa prevede che solo dal compimento dei 12 anni di età siano acquisite le impronte e la firma digitalizzata.
il minore può viaggiare:
con un passaporto individuale, restando in vigore le normative precedenti che consentono l’espatrio del minore
con la carta d’identità: nella U.E. infatti, con la legge 12 luglio 2011, n. 106, è stato convertito il decreto legge 13 maggio 2011, n. 70 che, all’articolo 10, comma 5, ha modificato l’articolo 3 del T.U.L.P.S. di cui al Regio-Decreto 18 giugno 1931, n. 773, introducendo il principio del rilascio della carta d’identità ai minori.
Fino a 15 anni, con un certificato contestuale di nascita e cittadinanza (art.7/14 25/11/2009) vidimato dal questore (cosiddetto lasciapassare) fino a 16 anni nel caso in cui sia iscritto nel passaporto del genitore o di chi ne fa le veci fino alla scadenza del documento stesso a prescindere dall’età del minore sempre fino al compimento dei 16 anni – purché il documento sia stato rilasciato prima del 25 novembre 2009). Il genitore che al compimento del 10° anno del minore ha ancora iscritto il figlio dovrà provvedere a far apporre la foto del minore sul proprio passaporto valido. N.B.( procedura valida solo fino alla data del 26.06.2012 )
Ricordiamo che per fare il passaporto del figlio minorenne devono essere presenti entrambi i genitori, che firmano la documentazione, e il figlio stesso, per il riconoscimento della foto da parte della Pubblica Autorità.
Se il minore viaggia senza neanche uno dei genitori, è necessario espletare un’ulteriore formalità: la dichiarazione di accompagno. Su questo documento è scritto nome ed età della persona autorizzata ad accompagnarlo.
Validità
Per poter garantire una maggiore individualità e sicurezza ai minori la normativa prevede che sia i passaporti per minori che le carte d’identità per i minori abbiano due diverse tipologie di validità, al fine di garantire l’aggiornamento della fotografia e la identificazione del minore ai controlli di frontiera
• Minore da 0 a 3 anni: validità triennale
• Minore dai 3 ai 18 anni: validità quinquennale
Indicazioni
Il conto corrente per il pagamento del passaporto deve essere eseguito a nome del minore.
Per recarsi negli U.S.A. ed usufruire del programma Visa – Waiver Program, il minore deve avere solo ed esclusivamente un passaporto personale, ossia non è consentito l’ingresso negli USA con minori iscritti nel passaporto ancora in corso di validità dei genitori.

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai... Per aspera ad astra!