CONTINUANO I DISAGI DELLA GIUSTIZIA DOMANI A ROMA LA PROTESTA DELLE TOGHE

giustiziaSi svolgerà domani a Roma, a conclusione dei tre giorni di astensione dalle udienze proclamata dall’Oua (Organismo Unitario dell’Avvocatura), il corteo degli avvocati in segno di protesta  contro  gli  interventi normativi estemporanei  realizzati con  ricorso alla decretazione d’urgenza e ai decreti legislativi, che “si sono rivelati assolutamente inadeguati a risolvere i problemi della Giustizia nel nostro Paese, per di più i continui aumenti dei costi a carico dei cittadini (contributo unificato e bolli),  rappresentano  veri e propri ostacoli per l’accesso alla giurisdizione:  la reintroduzione  con modifiche puramente formali della Mediazione obbligatoria, nonostante la dichiarazione di incostituzionalità della Consulta  costituisce un ulteriore ostacolo per il cittadino ad ottenere giustizia. E’ evidente – sottolinea l’ avv.Maurizio de Tilla  – presidente dell’Anai (Associazione Nazionale Avvocati Italiani),  come anche la previsione di fornire le motivazioni della sentenza soltanto a chi, avendone le possibilità economiche, possa anticipare parte del contributo dovuto per l’eventuale impugnazione, sia  assolutamente inconcepibile per uno Stato di diritto”. 

 

A Roma, dunque, per  ribadire il deciso “no”  alla prevista estensione della responsabilità per lite temeraria agli avvocati, che costituisce un maldestro tentativo per impedire la tutela di diritti anche verso i poteri forti, il Foro di S.Maria Capua Vetere sarà presente con una folta delegazione guidata dal presidente avv. Diana.  “Il nostro dissenso – chiarisce l’Anai di S.Maria Capua Vetere attraverso il presidente avv.Enrico Romano – è  rivolto anche alla  revisione della geografia giudiziaria, realizzata senza alcun confronto  con l’avvocatura. I risultati fallimentari, sin qui conseguiti, sono sotto gli occhi di tutti, per la  paralisi del servizio giustizia, dove – continua Romano – assistiamo  oltre ad un allungamento dei tempi    ad  aumenti dei costi per i cittadini, per le notifiche e le esecuzioni, senza alcuna dimostrazione dell’asserito risparmio di spesa da parte del Ministero. in tale contesto, il Tribunale di S.Maria Capua Vetere  inevitabilmente continua a soffrire per le gravissime carenze di organico, sia dei magistrati che del personale di cancelleria.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.