Complimenti da…

Complimenti da…

Ho appena incontrato sotto i portici l’amico mario nardiello di capuaonline
che ha fatto i complimenti per i video Buon Natale e Song visti su you tube..a me ma anche ad edho –il quale però scrive che a capua ci sono troppi lunatismi..e che è meglio mettere tenda altrove.
invece mario vede come positiva le nuove attività della cittadella d’arte contemporanea…dove ho rimasto delle mie cose visive.
per me la cosa più importante sarebbe trovare un minimo di autonomia…e in certi ambienti mi si consiglia di insistere..presso qualche istituzione.
oggi la comunicazione in rete favorisce..la trasmissione di cose artisticamente interessanti..le fa conoscere subito anche lontano..ma rimane una comunicazione ‘virtuale’….pure nel caso di una vicenda molto seguita in vari ambiti.(parlo anche di televisioni)
Fossi giovane..potrei anche andarmene a new york…invece forse bisogna tentare di sviluppare qui qualcosa di positivo.
E Capua ho molti talenti..nei vari campi artistici e musicali.

 

Il viaggio della vita

Giuseppe Cesaro ha condiviso la foto di Envi En Vg Voglio.
Adesso ·

Fram/Menti...

Fram/Menti…

 

Come racconta un amico biografo nella mia Autobiografia ne ‘Il Poeta delle nuvole’
da bambino in collegio il disegno era l’unica materia in cui avevo a stento la sufficienza.ero bravissimo invece nella grammatica italiana e in matematica.
poi si presentò un supplente sessantottino con la barba.mi vide che senza usare matita coloravo con i pastelli i cieli le montagne,i prati con tutti i colori..aggiungendo l’arcobaleno.
mi chiese Ti diverti?non risposi ma continuai a colorare il foglio..diventai così tra i più bravi anche in disegno.L’altra sera un amico storico d’arte che pure mi ha avviato al mondo dei vip..tanto che ho inviato un disegno a Carlo Conti…che presenterà San remo ha detto ‘ci sono autori contemporanei che conoscono il disegno come io la matematica.
Non si tratta di giudizi ostili. Il primario della comunità dove ero giornalista volontario..diceva che io buttavo i colori a casaccio sulla tela..ma egli aveva un rapporto problematico col figlio estremista..di Tempo Rosso..con cui stava cercando di ricucire il rapporto..
ed è questa una vecchia storia di padri e figli..che ci regalò..il brigatismo rosso…solo che poi l’unico irriducibile sono rimasto io. avete visto poi la storia del camerata carpinati..?una volta che si dedica ai più deboli..lo arrestano.
Ed ora i moralisti ….i 5 stelle…così simpatici…e puliti…i magistrati,i politici,i giornalisti potranno riscattarsi… dirci che siamo noi i colpevoli a non rispettare le leggi….io non amo nemmeno gli immoralisti…Quando chiesi al dottor vincenzo iorio..perchè non si provava a darmi una mano..un minimo di autonomia..rispose Ora purtroppo la cooperativa è in mano al centro destra…
insomma queste brave persone..hanno sempre trafficato… con lo stipendio assicurato…e se uno dice la verità..appare come un pericoloso Savonarola…
Altri amici della televisione provano a seguirmi..presentando in modi più realistico le relazioni umane..che non sono quelle semplici immaginate dal poeta dei sogni…Mi si commuove con storie di accettazione ed accoglienza sapendo che sono molto sensibile. ma della verità che ne facciamo?
dovrei recuperare un galateo sentimentale..un poemetto tenero e trasandato..di un amore che adulto non diventò per far volare le farfalle… e di sogni mai liberi d’amarsi.riporto una poesia pubblicatemi da San remo 2000.del Cavaliere Casimiro Talarico dell’Arco-collezionisra d’arte-

Freccia gialla(nov 2004)

Entro nell’abitacolo
di una ferrari
Vedrò di farla partire
Co queste frecce metalliche
sembra
una sintesi tra una macchina
e un aeroplano
Davanti a me due ferrari
rosse
quelle belle e imbattibili
di una volta
cercherò di sorpassarle in curva
per giungere solo
alla corona d’allora
non importa se dovessi finire fuori pista
ai box del mito mi fermerò
tra i meccanici gentleman
fumando un sigaro bianco
con la tuta
le due grandi lenti
sotto a un casco di ottimismo
d’un nuvolari
Già pronto
da lì a qualche minuto
a ripartire
e le mani a salutare fans
e affezionate
in testa all’ultimo giro
contento di portarli
alla vittoria.