Comitato per l’Agro Caleno: NO Centrale a Biomasse

centrale biomasseCalvi Risorta. Da più di un anno siamo in campo per scongiurare la realizzazione di una centrale inutile e dannosa.

Martedì 29 aprile, in piena campagna elettorale, con un incontro sul tema, chi fino ad oggi si è disinteressato all’allarme lanciato già da tempo dai cittadini vorrebbe far aprire gli occhi su una questione che ha già ricevuto la bocciatura popolare tramite cortei, iniziative, consigli popolari e presidi.

Chiediamo esplicitamente un consiglio comunale aperto sulla tematica, e il rinvio della conferenza dei servizi prevista per il 6 maggio.

Riteniamo che un consiglio comunale aperto sia l’unico luogo di confronto le cui caratteristiche decisionali e democratiche soddisferebbero le necessità e i criteri minimi di tutta la popolazione, e che questo sia convocato prima di qualsiasi conferenza dei servizi iniziale.

Sappiamo che in piena campagna elettorale ciò non è possibile, e per questo invitiamo tutti gli enti interessati all’incontro, in particolare al comune di Calvi Risorta e alla comunità montana Monte Maggiore, di chiedere uno slittamento della conferenza dei servizi prevista per il 6 maggio.

La campagna elettorale non butterà il fumo negli occhi al fronte contrario alla biomasse, che anzi cresce sempre di più, pronti alle barricate.

 

 

Comitato per l’Agro Caleno: NO Centrale a Biomasse

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.