Città di Caiazzo

downloadSarà il suggestivo scenario del chiostro di San Francesco ad ospitare, questa sera con inizio alle ore 20,30, il concerto lirico in onore di Rosa Ponselle, la celebre cantante americana ma di origini caiatine che tanto successo ebbe negli Stati Uniti d’America grazie alla sua potente voce da soprano.
L’evento musicale che sarà curato dal soprano caiatino Virginia Cimino che, accompagnato al pianoforte dal maestro Lucia Pascarella, eseguirà tra gli altri brani di Verdi e Puccini, sarà l’appuntamento principale di questa quarta giornata della 93esima edizione de La Maddalena – La Fiera com’era, unitamente al corteo che sfilerà alle 21,30 con tanto di proiezione per i vicoli e le stradine del centro storico caiatino del film “Il Matrimonio com’era”, ideato e diretto da Giovanni Marcuccio e Rosano Orchitano, mentre la rievocazione sarà curata da Biagio Santacroce.
Il tutto avverrà nel contesto della kermesse espositiva, tra stand e gazebo dei prodotti tipici, delle produzioni artigianali e delle tipicità locali di ogni tipologia, con sullo sfondo le eccellenze dell’altro casertano tra sinfonia di colori e sapori di casa nostra.
Non mancherà uno spettacolo musicale in piazza Santo Stefano per allietare i presenti fino a tarda serata.
La fiera de La Maddalena di quest’anno – spiega soddisfatto il sindaco Sgueglia – ha il merito di non esporre solo arti e mercanzie, come avvenuto sovente negli ultimi anni, ma di mettere in risalto soprattutto la città ed il suo territorio ricco di bellezze paesaggistiche, culturali ed architettoniche che ha nel centro storico il suo fiore all’occhiello. 
Un’inversione di marcia che ha l’intento di coniugare sviluppo del turismo enogastronomico al potenziamento di un turismo culturale guidando i flussi di visitatori verso la scoperta delle bellezze naturali, architettoniche e culturali presenti nell’area della Media Valle del Volturno. 
Ecco perché abbiamo puntato, per questa edizione, più sulla qualità che sulla quantità degli stand, sostituiti dai negozi locali, accompagnando il tutto ad una rievocazione storica della Fiera così com’era all’origine“.