Città di Caiazzo

stemmaNominati i componenti della nuova commissione comunale per il rilascio delle autorizzazioni sismiche.
Sulla scorta di quanto deciso dal Consiglio comunale nella seduta del 22 maggio scorso, allorquando fu approvato il regolamento comunale per l’espletamento delle attività di autorizzazione e di deposito dei progetti ai fini della perfezione del rischio sismico nonché annesse attività di vigilanza, e del contenuto dello stesso che ha ridotto da due ad un solo organismo tecnico chiamato ad istruire e valutare le pratiche all’interno dell’area Edilizia Privata dell’Ente, nella mattinata di ieri il sindaco Tommaso Sgueglia ha individuato i professionisti sia senior che junior che faranno parte della Commissione nei prossimi due anni.
Si tratta dell’architetto Francesco De Lucia di Capua, che assume anche le funzioni di presidente, e degli ingegneri Alfonso Ambrosino di Caiazzo e Luigi Costantini di Piedimonte Matese in quota ai tecnici con iscrizione ai rispettivi albi professionali di appartenenza superiore ai cinque anni, e degli ingegneri Mariangela Santagata di Alvignano e Gabriella Di Marco di Piedimonte Matese quali componenti giovani perché iscritti all’albo da meno di un quinquennio.
Per Santagata e Di Marco si tratta di una conferma essendo stati entrambi i tecnici nominati in seno alle precedenti due commissioni per il rischio sismico solo lo scorso mese di dicembre, all’esito dell’aggiornamento dell’elenco dei tecnici idonei a svolgere quel ruolo avviato nel settembre 2014 dal municipio tanto che anche i nominativi di De Lucia, Ambrosino e Costantini sono stati individuati da quello stesso elenco.
Il capoluogo caiatino fu tra i primi comuni nel 2012 ad ottenere il trasferimento delle attività e delle funzioni di competenza del Settore provinciale del Genio Civile di Caserta, funzione delegata ampliata lo scorso mese di aprile con l’ulteriore attribuzione, da parte della giunta regionale della Campania, delle competenze di “tipo B”, con l’eccezione dell’autorizzazione sismica per opere la cui altezza strutturale sia superiore ai 10,50 metri dal piano campagna.
 
“Il nostro obiettivo costante è di dare la possibilità a tutti i tecnici caiatini ed anche provenienti da fuori paese di contribuire al disbrigo delle pratiche prima di competenza del Genio Civile ed ora prodotte al Municipio, – dichiara il sindaco Sgueglia – in modo tale da aprire le porte della casa comunale e dei suoi uffici a tutti i professionisti abilitati, raggiungendo così anche l’obiettivo di snellire le procedure e di accelerare i tempi di rilascio dei pareri previsti dalla normativa vigente in materia di urbanistica ed edilizia pubblica e privata”.