CIRO POMPEO mi arrampico senza vedere SOLO EXHIBITION a cura di Gina Affinito 05 giugno – 5 luglio 2015 Palazzo S. Agostino – Salerno testo critico Carlo Roberto Sciascia Vernissage venerdì 5 giugno h 17.00 Sala Giunta

Ciro Pompeo - Mi arrampico senza vedere (invito) Ciro Pompeo - mi Arrampico senza vedere (Locandina A3)

Ciro Pompeo, nato a Napoli il 28 maggio 1979, fin da giovane sviluppa una spiccata vena artistica.

Dipinge il suo primo quadro nel 1992. Tiene viva questa passione nel corso degli anni grazie ai viaggi, all’incontro con diversi artisti del panorama italiano e non, ed al bagaglio di emozioni esprimibili attraverso l’arte. A soli venti anni parte per Londra ed in seguito si dedica agli studi di “chimica generale” dando seguito alla passione giovanile per il “comportamento” dei materiali, nata anche attraverso l’esperienza presso l’azienda familiare.

Oggi vive ed esprime la sua prima passione in Pompei. Autodidatta, non proveniente da studi accademici, crea e plasma materiali grezzi trasformandoli in vere e proprie opere d’arte. Per Pompeo l’arte è, in sostanza, l’indicibilità della vita, non dissimile dai gesti più naturali e semplici come respirare, ascoltare, “sentire” le sensazioni.

Non occorre soltanto esprimere una tecnica artistica, ma raggiungere la visione generale delle cose. Interrogarsi sul mistero della passione artistica diventa un penetrare nella propria anima. Questo interrogarsi diviene la “Risposta”.

L’artista Pompeo utilizza, per la realizzazione delle sue opere, una tecnica da lui stesso elaborata: la miscelazione di materie come paste cementizie, collanti, colori acrilici e l’apporto fisico e materico di legno, polietilene, assemblati su un supporto di poliestere espanso.

Il continuo desiderio di “giocare” con la materia, miscelare, comporre.

“Tutto quello che avviene è inesprimibile e si compie in una ragione invulnerata del nostro sentimento”

  1. Maria Rilke

 Le Opere

 Al parco con il mio migliore amico

All’orizzonte

Appocundria

Comfort Zone

Adamo

Eva

Hotel a 5 stelle

Le attese di Maggio e di Giugno

Matt Control

Mi arrampico senza vedere

Opera n. 53

Ostello della gioventù Rimessaggio

Spiacevoli reazioni

Punta Licosa

Giardino fiorito

Inciampo

Alligatori

Costiera Amalfitana

Affanni

Dissesto

Esposizioni

 Premio Art Gallery 2013

Premio Terna 2014

TERRA FURORIS, mostra d’arte contemporanea in collaborazione con il

Comune di Furore, a cura di Gina Affinito

FURORE PAESE DIPINTO opera in permanenza collocata per la rassegna

“Furore Muri in cerca d’Autore”

Italian Soul – Dubai Contemporary Art Exhibition, mostra d’arte contemporanea in UAE, dicembre 2014 a cura di Gina Affinito (I edizione)

Italian Soul – Abu Dhabi Art Hub, mostra d’arte contemporanea in UAE, marzo 2015 a cura di Gina Affinito (II edizione)

ufficio stampa Tania Sabatino

documentazione immagini vernissage Alessandro Santulli

progetto grafico Mariano Cervone