Centrale a biomasse: parere negativo da parte dell’ASL, il fronte del ‘no’ incassa l’ennesima vittoria.

10358112_10203229975824231_1804559168_nAgro Caleno – E’ di qualche minuto fa la notizia ufficiale secondo cui l’ASL CE/2 ha fornito parere NEGATIVO alla installazione ed all’esercizio di una centrale a biomasse per la produzione di energia elettrica in area ex-Pozzi, tra i comuni di Calvi Risorta e Sparanise. Il parere contrario al disastroso impianto è motivato dall’analisi, da parte dell’ASL, delle relazioni periodiche di sintesi sui dati relativi alla qualità dell’aria elaborate dall’ARPAC sulla base delle rilevazioni delle centraline di monitoraggio poste sul territorio. Secondo tali rilevazioni esiste una condizione di criticità della qualità dell’aria proprio nella zona interessata dal progetto della Iavazzi Ambiente SCARL. Infatti, i dati evidenziano elevate emissioni di polveri sottili (particolato) ed ozono mentre la stessa azienda proponente riporta, nella scheda riassuntiva del progetto, un impatto di ‘media significatività negativa’ per l’atmosfera e la salute pubblica.

Inoltre, l’ASL si richiama ad uno studio effettuato dalla Seconda Università di Napoli nel maggio 2008 nel quale si evidenzia il superamento del limite consentito di emissioni di particolato, pericoloso inquinante che infesta pesantemente l’aria dell’Agro Caleno. A tal proposito, il Dipartimento di Prevenzione, sottolinea come la Iavazzi Ambiente SCARL non abbia implementato alcuno studio di ricaduta dei fumi che, al contrario, sarebbe doveroso in una condizione del genere.

Alle pesanti criticità sopra citate, si aggiunge la costatazione della presenza di significativi fenomeni di inversione termica che interessano l’area  che vanno a completare il quadro di una preoccupante situazione di inquinamento ambientale e di pericolosità per la salute delle comunità locali.

Pertanto, conclude il documento dell’Asl, una nuova centrale a biomasse andrebbe irrimediabilmente ad incrementare il livello di inquinamento dell’aria e, per questo motivo, fornisce parere negativo alla sua realizzazione dando ragione al Comitato per l’Agro Caleno: no centrale a biomasse che da mesi si oppone a questo insediamento.

 Agro Caleno, 20 maggio 2014


Comitato per l’Agro Caleno: NO Centrale a Biomasse



— 

Comitato per l’Agro Caleno: NO Centrale a Biomasse