CASTELVOLTURNO Venerdì 24 Giugno 2011 15:25

Il 1 luglio Bonanni, Coppola, Caldoro e don Luigi Merola, a Castelvolturno per discutere di legalità
Venerdì, 1 Luglio 2011, alle ore 16, si svolge presso l’Holiday Inn di Castelvolturno (Ce), Via Domitiana Km. 35+300,  la Tavola Rotonda “Oltre 

l’illegalità: costruire insieme spazi di partecipazione per lo sviluppo del territorio e il futuro dei giovani. Come?”.

Partecipano:

 

  • Don Luigi Merola, Presidente Fondazione“ ‘A voce d’ ‘e creature”
  • Silvana Giusti,  Vice Questore SIULP Napoli
  • Lina Lucci,  Segretario Generale Cisl Campania
  • Giuseppe Gallo, Segretario Generale Fiba Cisl
  • Corrado Lembo, Procuratore Capo di S.Maria Capua Vetere
  • Massimo Marrelli, Magnifico Rettore Università Federico II
  • Cristiana Coppola, Vice Presidente Confindustria
  • Domenico Pesenti, Segretario Generale Filca Cisl
  • Stefano Caldoro, Governatore Regione Campania

 

Coordina i lavori Marco De Marco, Direttore Corriere del Mezzogiorno.

Conclude Raffaele Bonanni, Segretario Generale Cisl.

 

La tavola rotonda rappresenta l’evento conclusivo del Campo scuola 2011 Filca Cisl nazionale “Fiori dal Cemento- Alla conquista del futuro”.

La scelta di Castelvolturno, dopo la Bosnia, la Sicilia e la Calabria, si inserisce a pieno titolo nel solco tracciato dalle precedenti esperienze, in un percorso che punta alla promozione della cultura della legalità, con particolare riferimento ai problemi che i giovani vivono nell’accesso al lavoro e alle relative ricadute in termini sociali.

 

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.