Castel Volturno- Il consigliere comunale Alessandro Buffardi gruppo SEL risponde a Diana.

foto Alessandro BuffardiComunicato stampa tramite la redazione Informare-

Dopo circa 120 giorni dall’insediamento di questa Amministrazione, il Consigliere Diana non si è certo distinto per lo spirito di collaborazione che tanto ha decantato insieme al suo gruppo durante il primo Consiglio Comunale.

In merito al comunicato, diffuso il giorno 3 ottobre, mi sento di dire che il Consigliere Diana è informato poco o nulla sulle varie questioni che mette in elenco, forse se partecipasse maggiormente ai Consigli Comunali, alle riunioni delle Commissioni di cui fa parte e alle Conferenze dei Capigruppo, avrebbe maggiori elementi per poter trattare determinate tematiche e, magari, se non eccessivo, muovere delle proposte concrete che vadano aldilà della mera speculazione politica, volta esclusivamente ad alimentare le già fragili tensioni sociali.

Dopo i fatti di Pescopagano, la nostra Amministrazione, interloquendo con i più alti vertici del Governo, è riuscita ad ottenere importanti risultati, non solo in termini di finanziamento, che comunque rappresentano per il territorio un’ importante opportunità per il suo rilancio economico, ma anche in termini di controllo. A breve, infatti, grazie ai finanziamenti P.O.N. ottenuti dal Ministero dell’Interno, saremo in grado di poter mettere in campo importanti iniziative volte al controllo,  in particolare saremo in grado di prevenire e debellare  il grave fenomeno dei reati contro l’ambiente grazie all’istituzione di un corposo nucleo di guardie ambientali che, congiuntamente all’istallazione dell’impianto di videosorveglianza previsto da un ulteriore progetto nazionale che ci vede capofila, possono rappresentare un’importante risorsa per il nostro Comune. Ancora nell’ambito dei fondi P.O.N., grazie anche alla preziosa collaborazione dell’ Ente Riserve  e dell’ Università degli Studi di Firenze,  già dal 30 ottobre, partiremo con un importante progetto che vedrà la riqualificazione della pineta comunale per la creazione di un parco tematico pubblico il cui progetto, ormai di rilevanza nazionale, porterà enormi benefici dal punto di vista turistico nonché di valorizzazione dei beni comuni di questo territorio, ormai da troppo tempo abbandonati e dimenticati. Tutto ciò è stato ben spiegato alle opposizioni,  chiedendo anche collaborazione in merito, peccato che alla Conferenza dei Capigruppo Diana risultava assente!

Sempre in ambito sicurezza e controllo, inoltre, questa Amministrazione, a differenza di quanto fatto dalle gestioni precedenti,  è da poco riuscita ad incassare il via libera da parte del Ministero per l’assunzione di tre vigili urbani che, unitamente agli altri interventi già citati, aiuteranno a sopperire almeno in parte alle gravi carenze fino ad oggi esistenti.

Per quanto riguarda la scuola, invece, posso con forza asserire che la nostra Amministrazione, nella figura dell’ Assessore Carlo Nugnes, si è impegnata sin dal primo giorno per la risoluzione di tutte le problematiche a questa legate. Da settembre infatti le scuole sono partite regolarmente senza alcun intoppo, grazie agli interventi messi in campo dall’ Assessore sono stati evitati i doppi turni, il servizio mensa avrà inizio regolarmente dal 1 novembre e, mai come quest’anno, la distribuzione  dei buoni per i libri di testo è più che regolarmente attiva. Per il trasporto scolastico già sono state messe in campo una serie di proposte e siamo certi che a breve riusciremo a giungere anche alla risoluzione di questa grave problematica.

Per finire, concludo soffermandomi sulla questione dei beni confiscati, sulla quale il Consigliere Diana ha dato maggiormente sfogo alla sua fantasia e disinformazione. Parco Allocca è un enorme comprensorio nel quale sono presenti circa  34 immobili confiscati, al momento, però, questo bene non risulta ancora trasferito al patrimonio comunale per una serie di intoppi burocratici che la passata Amministrazione Scalzone, della quale Diana era capogruppo e che mai si è mostrata favorevole e propositiva riguardo alla riqualificazione dei beni confiscati alla camorra, non ha mai affrontato o provato a risolvere. Già nell’ aprile 2013, l’Università degli Studi di Napoli ha comunicato il proprio interesse nella gestione di circa 10 immobili ubicati in Parco Allocca per la creazione di un polo universitario. In qualità di Delegato ai beni confiscati, da subito mi sono impegnato, anche interfacciandomi con l’Agenzia Nazionale, affinchè si possa giungere in tempi brevi ad una risoluzione, in modo da poter trasferire tali beni al patrimonio comunale e, qualora fosse ancora in essere l’interesse dell’ Università, ripartire proprio da questo progetto. Per il resto posso semplicemente dire che a differenza di altri, mai ci siamo prestati alla “svendita” del territorio e che il Consigliere Diana farebbe meglio ad informarsi essendo più presente nelle sedi opportune invece di affidarsi al gossip di strada.

Alessandro Buffardi

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.