Castel Volturno da aMare, inaugurata la mostra fotografica


CASTEL VOLTURNO – Appena chiusa la possibilità di partecipare al concorso ed immediatamente esposti gli scatti che hanno fissato alcune bellezze della città di Castel Volturno.

All’inaugurazione della mostra fotografica, Carlo Nugnes, Assessore allo sport, turismo e spettacolo, ringrazia lo sponsor VolTour nella persona di Ernesto Oliva che ha pienamente accolto l’idea  del promotore, Alessandro Ciambrone, sostenendolo concretamente. “Con questa mostra, racconta l’Assessore, non si vuole promuovere solo le bellezze locali, ma sposare il progetto della promozione del territorio castellano“.

La mostra fotografica è patrocinata dal comune di Castel Volturno, dalla parrocchia Santa Maria del Mare, da Officina Volturno con Informare, e da Progetto Bio.For.Polis oltre all’organizzazione del Centro Unesco di Caserta. Presente la professoressa Iolanda Capriglione, alla quale viene chiesto di inserire quegli scatti nella sua collana scientifica alfine di promuovere il territorio in maniera positiva e con una sua prefazione, da amante e profonda conoscitrice del territorio che ha saputo negli anni promuoverlo. Idea sposata appieno ma “con necessità di promuoverlo in modo adeguato”.

Grazie al concreto contributo dello Sponsor, dichiara Alessandro Ciambrone, e al Centro Unesco di Caserta è stato possibile realizzare una mostra di rilevanza internazionale che è andata oltre le più rosee aspettative grazie alla partecipazione di ben 16 fotografi professionisti in gara per un numero di 63 fotografie ed altre 60 altre fotografie donate dai fotografi di Castel Volturno. Un numero importante  di scatti, tutti di notevole qualità, raccolti in due sole settimane.”

“Ci sono due categorie di persone che si approcciano  al territorio di Castel Volturno, racconta Iolanda Capriglione, quelle che guardano solo le brutture e le schifezze della città, che dicono che va tutto male, che è tutto brutto e grigio (e che sono i veri nemici di Castel Volturno!) e quelli che, come noi, continuano a cercare, seppur nella malinconia di alcuni luoghi di Castel Volturno, la bellezza, la prospettiva, le strade per andare avanti.”  Il turismo è sicuramente un buon punto di inizio e partire dai Variconi potrebbe essere un’idea vincente. Poco apprezzata da molti locali ma visitata da esperti di tutta Europa che, non trovando altro, si spostano verso Napoli e zone limitrofe.

Occorre cambiare la vecchia idea di turismo e pensare a percorsi di 365 giorni che vanno dai Lidi turistici alle bellezze naturalistiche, al Fiume Volturno, grande sconosciuto ai cittadini di Castel Volturno, sia nella flora che nella fauna che l’abita. Interessante potrebbe anche essere l’accompagnamento di racconti e storie ambientati sul Volturno. Anche questa è una efficace forma di legalità!

Promuovere le immagini e le enormi risorse del territorio di Castel Volturno è anche la mission di VolTour che mira farci innamorare del nostro territorio, anche grazie ad iniziative come la Mostra fotografica cui seguirà una prossima presentazione video, frutto di sei mesi di la oro sulle bellezze del territorio di Castel Volturno, che si terrà il 6 gennaio al Cinema Bristol di Pinetamare. Oltre le iniziative private sarebbero utili iniziative economiche per la fruizione di servizi e beni.

Le foto esposte ed in gara saranno valutate da una giuria internazionale, precedentemente nominata, e le premiazioni avverranno il prossimo 6 gennaio 2017, tutto in estrema chiarezza e trasparenza.

Annamaria La Penna

annamarialapenna@gmail.com

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell'educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.