Caserta. Roberta Sivo è il nuovo direttore amministrativo dell’ospedale

In data odierna il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta Luigi Muto ha nominato come direttore amministrativo la dottoressa Roberta Sivo.

Alla base della scelta della dottoressa Sivo sia la sua particolare affidabilità circa il possesso di esperienza manageriale, essendo iscritta nell’elenco regionale degli aspiranti alla nomina di direttore generale, sia il suo profilo curricolare specifico.

La dottoressa Sivo, dopo aver ricoperto ruoli direttivi apicali presso altre pubbliche amministrazioni, dal 2009 è dirigente a tempo indeterminato nei ruoli organici del Comune di Napoli, il che fornisce garanzia di enorme affidabilità e competenza in ragione delle dimensioni dell’Ente.

Attualmente la dottoressa Sivo presso il Comune di Napoli ricopre l’incarico di dirigente dell’Area Gare Lavori del Servizio Autonomo Centro Unico per gli Acquisti e le Gare, il Cuag, vantando anche una significativa esperienza pluriennale nella gestione dei servizi socio-sanitari con responsabilità di dotazioni organiche e risorse finanziarie, maturata in qualità di dirigente coordinatore di ambito territoriale costituito ai sensi della Legge 328/2000 tra  Comuni e Asl della provincia di Napoli.

Dunque, il nuovo direttore amministrativo, in virtù degli incarichi precedentemente svolti, vanta una lunga e articolata esperienza amministrativa, in diverse competenze dell’amministrazione pubblica, come controllo di gestione, riforma dei servizi sociali integrati, segreteria generale e direzione di enti locali in forma associata.

 

L’addetto stampa

                (Enzo Battarra)

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.