Caserta. Migliaia di adesioni allo sciopero generale Ugl

Parla D'AngeloParla Palumbo“Bisogna fare il possibile ed anche l’impossibile per evitare l’abolizione dell’articolo 18”. E’ quanto ha dichiarato il Segretario Provinciale della Ugl Caserta Sergio D’Angelo in occasione dello Sciopero Generale proclamato dal sindacato guidato da Paolo Capone per dissentire dal cosiddetto Jobs act: la riforma del lavoro targata Governo Renzi. “Nella nostra provincia abbiamo registrato una grande adesione” ha continuato D’angelo “ennesima riprova che a Caserta ed in Campania le problematiche affrontate sono più che sentite”. Ultimo ad intervenire dal palco il Dirigente Regionale Ferdinando Palumbo il quale ha salutato la platea tra gli applausi. “Non ero ancora nato quando nel 1970 i lavoratori festeggiavano per l’ottenimento delle tutele che oggi Renzi vuole cancellare” ha chiosato il sindacalista. “Sono qui perchè soldato di prima linea. Questa è una data storica e l’assenza resterà una macchia indelebile sul curriculum di quei sindacalisti che non hanno scioperato”