CASERTA. MASSIMILIANO MARZO RIFORMA LA SOSTA SULLE STRISCE BLU : VIA LA PUBLIPARKING E IL RITORNO AL ” PARCHEGGIO LIBERO”

 

CASERTA. Eliminare la dittatura della Publiparking e garantire, finalmente , agli automobilisti casertani un libero traffico e una libera sosta consentendo, allo stesso tempo, un notevole incremento alle entrate del Comune di Caserta.

Questa la proposta di Massimiliano Marzo , Consigliere Comunale di Fi e componente della III Commissione Consiliare – Urbanistica, Traffico, Arredo Urbano, Polizia Municipale , Ecologia, Ambiente, Nettezza Urbana- il quale, proprio in Commissione, ha presentato la sua proposta di ” libera sosta ” per i cittadini casertani in ossequio al suo programma elettorale stilato in occasione delle amministrative 2016.

Una sorta di ossigeno per quanti, ogni giorno, sono costretti a scontrarsi a Caserta non solo con il traffico cittadino ma anche con i limiti e le angosce della sosta a pagamento sulle strisce blu controllata dagli irremovibili Ausiliari di Publiparking.

Ma procediamo con ordine.

A Caserta la Publiparking e’ percepita come una sorta di penitenza a cui sono sottoposti quotidianamente gli automobilisti , quasi un ” dazio” per i cittadini ad esclusivo beneficio di questa azienda che ha in gestione la sosta a pagamento in citta’.

Sulla vicenda interviene in modo deciso Massimiliano Marzo , che , lo ricordiamo, con 752 voti, e’ stato il Consigliere Comunale di Caserta eletto con il maggiore numero di preferenze alle amministrative di maggio. ” La questione – dice – e’ quanto mai urgente anche perche’ il contratto fra il Comune di Caserta e la Publiparking scade il 31 dicembre 2016 e tutti i cittadini si aspettano dalla Amministrazione Comunale una inversione di rotta rispetto alle gestioni precedenti nelle quali la Publiparking e’ diventata per gli automobilisti uno spettro di terrore legato alla sosta nelle strisce blu”.

” Il problema della Publiparking – continua – e’ strettamente legato alla viabilita’ nella citta’ di Caserta ma anche alla gestione delle entrate derivanti dalla riscossione della sosta a pagamento “.

Insomma una situazione intricata, proprio come il traffico cittadino e come le finanze di Palazzo Castropignano .

In questi giorni , Carmine Sorbo, Dirigente Comunale preposto al ramo, alla luce della scadenza del contratto di gestione alla Publiparking , sta formalizzando una nuova gara di appalto per la Publiparking, che prevede un aumento di aggio a favore della societa’ beneficiaria.

Da qui la crociata di Massimiliano Marzo contro un rinnovo del contratto alla azienda.

” Io mi sono opposto fin da subito a questa nuova gara di appalto – afferma- . Sono un cittadino casertano e la proposta di Carmine Sorbo ha scatenato in me un vero e proprio rifiuto mentale”.

Via la Publiparking e un ritorno ai parcheggi liberi : cosi’ puo’ essere sintetizzata la proposta di Massimiliano Marzo accettata dalla III Commissione Consiliare ( Presidente Domenico Maietta -Andrea Boccagna , Emiliano Casale, Lorenzo Gentile, Matteo Donisi, Nicola Garofalo, Alessio Dello Stritto) e che sara’ discussa al prossimo Consiglio Comunale.

Questi , in sintesi, i punti salienti della Riforma Marzo sulla viabilita’ casertana.

Il Consigliere ha proposto l’istituzione di parcheggi cittadini , nell’ambito delle strisce blu, a cui i residenti possono accedere attraverso una Smart Card con il pagamento annuale di un canone di 50euro per ciascuna automobile.

A Caserta vi sono 50mila automobili e questa riforma avrebbe due conseguenze positive : innanzi tutto consentirebbe all’automobilista di evitare le numerose contravvenzioni derivanti dalla sosta nelle strisce blu irrogate dalla Publiparking e permetterebbe , altresi’, al Comune di Caserta di acquisire , fin da subito, con la stipula degli abbonamenti annuali , la somma di 2milioni e mezzo di euro rispetto ai 150mila euro che attualmente Palazzo Castropignano riceve da Publiparking.

Le auto beneficiarie della Smart Card avrebbero cosi’ il diritto di sostare in tutte le varie aree di Caserta con strisce blu esibendo un particolare bollino. La contravvenzione scatterebbe nei confronti delle automobili in sosta e prive di bollino.

La concessione della Smart Card ai residenti casertani, inoltre, implicherebbe un notevole incremento di entrate pubbliche a favore del Comune di Caserta derivanti dalla sosta a pagamento : rispetto ai 150 mila euro l’anno si passerebbe a 2milioni e mezzo di euro !

” Questo aumento del gettito finanziario – spiega Massimiliano Marzo – consentirebbe alla Amministrazione Comunale una immediata disponibilita’ finanziaria e, dunque, di realizzare immediatamente lavori di riqualificazione della citta’ che , ormai, sono diventati indifferibili, come il rifacimento del manto stradale, della segnaletica e dei marciapiedi”.

La proposta di Massimiliano Marzo, dunque, risolverebbe le problematiche del cittadino legate alla sosta nelle strisce blu e alla viabilita’ nel Comune di Caserta e, altresi’, quadruplicherebbe le entrate dell’ente consentendo una efficace manutenzione stradale.

In tal senso, a supporto della proposta Marzo, va ricordato che l’Amministrazione Comunale ha recentemente revocato il contratto con l’AVR azienda alla quale era stata data in gestione la manutenzione stradale.

Alla base della revoca l’esoso canone di gestione a favore della azienda pari a 75mila euro al mese per una manutenzione mai effettuata.

” Al momento – spiega Massimiliano Marzo – , in una situazione economico- finanziaria come quella che attraversa il Comune di Caserta, si corre il rischio di tornare ai cottimi fiduciari sulla cui legittimita’ vi sono pareri contrastanti”.

Al vaglio del Consigliere Marzo e della III Commissione Consiliare l’analisi della regolamentazione giuridica nei confronti dei non residenti nei cui confronti potrebbero essere applicato il ” vecchio ” sistema della gettoniera di proprieta’ del Comune.

Nei prossimi giorni la III Commissione Consiliare mettera’ a punto la proposta Marzo che andra’ a contrastare la nuova gara di appalto con la Publiparking alla quale sta lavorando il Dirigente Carmine Sorbo.

” Ringrazio – conclude Massimiliano Marzo – il Presidente e tutti i componenti della III Commissione Consiliare con i quali stiamo lavorando in un clima di serenita’ e di fattiva collaborazione sia su questo argomento che su altre tematiche legate alla vivibilita’ di Caserta”.