Caserta. Eventi di solidarietà a favore della lotta ai tumori

Memorial Emilia per la Vita_Benny Dance di Maiano di Sessa AuruncaAmpio il successo avuto per le cena-spettacolo organizzata dal dottor Roberto Giorgio, affermato medico internista dell’Azienda Ospedaliera di Caserta, coadiuvato dalla moglie dottoressa Adele Palmieri.

I proventi dell’iniziativa sono stati dati in beneficenza alla Sezione Provinciale di Caserta della Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, presieduta dal dermatologo Enzo Battarra e componente del Coasca, il Coordinamento delle Associazioni Casertane.

Il prossimo appuntamento con la solidarietà a favore della Lilt di Caserta è previsto per domenica 13 aprile alle ore 20 presso il Benny Dance in via Cardidi a Maiano di Sessa Aurunca. Qui i maestri Marcello Di Ruocco e Benedetta D’Elia, professionisti della danza sportiva del Coni, hanno organizzato il secondo “Memorial Emilia per la Vita”, serata con animazione e ballo in memoria di Emilia Materazzo.

Sarà presente all’evento il consigliere provinciale della Lilt di Caserta Damiano Verrengia, che porterà i saluti e i ringraziamenti del Consiglio Provinciale e terrà una breve relazione sull’importanza della prevenzione per le patologie oncologiche.

Ricordiamo infine che è possibile donare alla Lilt Caserta il cinque per mille del proprio reddito, inserendo nel riquadro della dichiarazione dei redditi “Sostegno al volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative dodi utilità sociale” il codice fiscale numero 90006380613 e apponendo la firma.

Il contributo così donato, che sarà detratto dalle tasse dovute allo Stato e quindi senza alcun onere da parte del donatore, sarà destinato unicamente a sostenere e ampliare l’attività socio-sanitaria svolta a favore del nostro falcidiato territorio.

Per poter continuare e incrementare questo impegno quotidiano e qualificato è indispensabile l’apporto di tutti.

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.