“Caserta ha bisogno di politiche attive e leader preparati”

“Il treno speciale che collegherà la città di Napoli alla Reggia di Caserta è solo una delle innumerevoli possibilità di sinergie che devono essere realizzate per rilanciare i territori di terra di lavoro”. E’ quanto ha dichiarato il dirigente casertano della Ugl Costruzioni Pasquale Brancaccio a margine di un incontro svoltosi questa mattina nel comune di Casapulla.

Il viaggio, che si svolgerà in carrozze d’epoca sarà patrocinato della Fondazione FS e realizzato in collaborazione con la Direzione della Reggia di Caserta.

Alle 10 in punto, lo storico convoglio, trainato dalla locomotiva elettrica E626.428, e formato da carrozze tipo “Centoporte” e da vetture “Corbellini”, ha iniziato il suo viaggio sulle rotaie della storia. Torna in esercizio dopo quasi 90 anni, grazie al restauro della Fondazione Fs, con la collaborazione e il finanziamento della Regione Campania.

I viaggiatori del Reggia Express potranno non solo ammirare il paesaggio dal finestrino comodamente seduti in vagoni d’epoca, ma anche visitare la splendida Reggia di Caserta, dove hanno accesso riservato e guide dedicate, e degustare assaggi di mozzarella campana DOP.

“Restano tante le cose da fare in questa provincia” ha continuato Brancaccio ”a cominciare dal definitivo rilancio dell’Interporto di Marcianise per il quale la Ugl ha recitato un ruolo di attore protagonista. A progetti terminati attendiamo l’attesa ricaduta occupazionale e per farlo puntiamo sul determinante supporto del Segretario Generale Paolo Capone portatore di un vento nuovo nel nostro sindacato e di quello dei colleghi delle locali categorie produttive che si affacciano alla ribalta della Ugl. “Caserta” ha concluso il sindacalista “ha bisogno di politiche attive e leader preparati”.

di Flavia Trombetta