CASERTA: BESTWELLNESS SRL, CONTRO DI NOI CAMPAGNA DIFFAMATORIA

          CASERTA: BESTWELLNESS SRL, CONTRO DI NOI CAMPAGNA DIFFAMATORIA        PARADOSSALE CHE VENGA ATTACCATO CHI LOTTA PER RECUPERO AMBIENTALE LAGHETTI CASTELVOLTURNO       Roma, 29 dic. – (Adnkronos) – ”A nome della Best Wellness srl, titolare del marchio Hyppo Kampos e dei suoli dove sorge l’iniziativa, abbiamo incaricato l’avvocato Gaetano Montefusco, ambientalista che si batte da anni per il recupero del litorale domitio, di querelare una giornalista del ‘Mattino’ per diffamazione, e di richiedere un risarcimento danni non inferiore ai 5 milioni di euro”. Lo dichiara in una nota Sergio Pagnozzi, amministratore unico Bestwellness srl. ”Ricordo che la Best Wellness srl – sottolinea – raccoglie un gruppo d’imprenditori che dal 2003 lavora, a stretto contatto con le istituzioni, al progetto di riqualificazione ambientale della cosiddetta area dei laghetti di Castelvolturno, oggetto di una vera e propria campagna di disinformazione e denigrazione”.       ”E’ paradossale – aggiunge – che proprio chi lotta per il recupero ambientale venga attaccato cosi’ duramente e vigliaccamente mettendo in ginocchio l’economia di aziende che hanno rischiato e rischiano i loro patrimoni per lottare proprio contro quello di cui adesso vengono accusate inspiegabilmente, forse per favorire inconfessabili interessi”. Secondo Pagnozzi ”non si puo’ accettare una campagna giornalistica martellante tesa a diffamare il nostro lavoro, monitorato fin dagli esordi da tutte le Autorita’ interessate, nel tentativo, purtroppo ben riuscito, di farlo passare addirittura come un progetto dell’ecomafia”. ”Ci dichiariamo pronti a incontrare i magistrati – aggiunge Pagnozzi – e chiunque abbia a cuore la verita’ per fornire notizie e materiale comprovante il lavoro di bonifica ambientale intrapreso e coronato, al momento, dalla nascita dell’Hyppo Kampos Resort, una fetta di paradiso in una terra devastata”.       (Rre/Ct/Adnkronos)

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.