Carta d’identità elettronica 3.0 presto in tutte le Municipalità napoletane

Prossimamente in tutte le municipalità di Napoli sarà possibile richiedere la nuova Carta d’Identità Elettronica – CIE-3.

Entro il mese di novembre, questo servizio sarà disponibile in tutte le Municipalità che diventeranno il punto di riferimento per il primo rilascio e per le sostituzioni in caso di furto, smarrimento e deterioramento.

La città di Napoli, fa da “battistrada” tra i grandi comuni Italiani, con l’adozione del nuovo documento elettronico, adeguato agli standard internazionali di sicurezza e a quelli anticlonazione e anticontraffazione in materia di documenti elettronici.

La nuove Carte di Identità Elettroniche sono in policarbonato, hanno le dimensioni di una carta di credito, riportano la foto ed i dati del cittadino, sono integrate con un microprocessore a radio frequenza per la memorizzazione delle informazioni necessarie per la verifica della identità del titolare, inclusi gli obbligatori elementi biometrici primari (foto) e secondari (impronta digitale), conterranno anche informazioni relative al consenso alla donazione degli organi.

Inoltre, sono già predisposte per l’autenticazione in rete da parte del cittadino, consentiranno la fruizione dei servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni e l’acquisizione della identità digitale per la fruizione di altri servizi in Italia e in Europa.

L’impegno che l’Amministrazione comunale si è assunta nei confronti della cittadinanza è stato mantenuto” afferma l’Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive, con delega all’Anagrafe, del Comune di Napoli, Enrico Panini, “I cittadini di Napoli non sono più costretti a doversi spostare sul territorio cittadino per raggiungere le uniche Sedi attrezzate per ottenere la Carta d’Identità Elettronica. Il divario con le altre Municipalità è stato definitivamente eliminato. L’amministrazione, inoltre, si pone l’obiettivo di arrivare alla definitiva sospensione del rilascio del documento d’identità cartaceo prima che giunga il nuovo anno. Un traguardo da raggiungere, una meta che porta Napoli tra le prime città ad essere totalmente informatizzate nell’interesse della sicurezza dei cittadini”.

La Carta d’Identità Elettronica non è rilasciata “a vista” ma entro 6 giorni lavorativi e sarà consegnata direttamente al domicilio indicato dal cittadino o presso la Sede Comunale.

Il costo, fissato con Decreto 25.maggio.2016 del Ministro dell’Economia e delle Finanze, ammonta complessivamente a € 22,21.

Il nuovo documento costituisce un “fattore abilitante” per l’acquisizione di un unica identità digitale (SPID) per l’accesso ai servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione in Italia ed in Europa.

Ulteriori informazioni utili sulla CIE e sulle modalità di presentazione della domanda di rilascio,nonchè la possibilità di fissare direttamente, previa registrazione, preso tutte le sedi indicate, “l’appuntamento” presso la Sede Comunale prescelta, sono disponibili sul sito istituzionale www.cartaidentita.interno.gov.it.

Carta d'identità
Carta d’identità

Ecco le sedi di Napoli:

Mun. 1 – Sede di Chiaia – S. Ferdinando
Mun. 2 – Sede di Mercato – Pendino
Mun. 3 – Sede di San Carlo all’Arena – Via Lieti
Mun. 4 – Sede di Poggioreale – Zona Industriale
Mun. 5 – Sede di Arenella
Mun. 5 – Sede di di Vomero
Mun. 6 – Sede di San Giovanni a Teduccio
Mun. 7 – Sede di Secondigliano
Mun. 8 – Sede di Scampia
Mun. 9 – Sede di Soccavo
Mun. 9 – Sede di Pianura
Mun. 10 – Sede di Bagnoli

Annamaria La Penna

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell'educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.