“Caro Figlio”: nel romanzo di Elena Nugnes un messaggio d’amore e di speranza

L’amore che lega una madre al proprio figlio ha ispirato, sin dalla notte dei tempi, molteplici capolavori in altrettanti rami della cultura: dal cinema al teatro, dalla letteratura all’arte… Non v’è campo che, in qualche modo, non ne sia stato coinvolto.

E’proprio a questo forte legame tra madre e figlio che dà voce il secondo romanzo della Prof.ssa Elena Nugnes, “Caro Figlio”, pubblicato nel 2016 dalla casa editrice MReditori di Giovanna Ragusa.
Si tratta di un romanzo a carattere epistolare. La protagonista, Nora, è una donna che, mediante una serie di lettere scritte al figlio lontano, cerca di recuperare un’intesa ed una comunione di affetti, perdute in seguito alle difficili scelte fatte da lei in gioventù.
La narrazione oscilla fra la quotidianità del presente e il ricordo dell’infanzia della protagonista, vissuta in un piccolo paese ai piedi delle Alpi, per poi passare agli anni sessanta, che vedono Nora coinvolta nella contestazione giovanile con entusiasmo e partecipazione.
Nora, nelle lettere, racconta la sua storia, quella di una bambina e poi di un’adulta, che ha sperimentato il dolore e ha imparato a superarlo. E’la storia di una donna che, con coraggio e determinazione, si mette a nudo senza falsi pudori o finzioni.
Nel romanzo emergono diversi personaggi: commoventi e potenti le figure del padre, che lei perde all’età di dodici anni, e della madre, che diventa il suo punto di riferimento e la sostiene nella difficile condizione di ragazza madre, appena adolescente.
Questo romanzo è un’opera che celebra l’amore nella sua più profonda essenza: l’amore per la famiglia, per un uomo, per la vita; nasce con l’intento di lanciare un messaggio di speranza e rinascita.

Nata a Teverola, in provincia di Caserta, Elena Nugnes si è laureata in Lettere Moderne.
Ha insegnato Italiano e Latino presso il Liceo Scientifico “E. Fermi” di Aversa. Nell’ambito della scuola si è occupata del disagio giovanile ed ha promosso l’invito alla lettura organizzando incontri con scrittori e critici. Oggi è in pensione. Appassionata lettrice ed instancabile viaggiatrice, si è dedicata alla scrittura. Ha pubblicato con Luigi Pellegrini Editore il romanzo “Le avventure di una casalinga disperata”, con il quale ha vinto il concorso letterario nazionale “Ecce dominae” a Roma. Con il romanzo inedito “Caro figlio”, di cui abbiamo parlato in questa sede, si è classificata quarta (Diploma d’onore) al premio letterario nazionale “Bukowski” ed è risultata finalista al torneo letterario nazionale “Io scrittore”.

di Teresa Lanna

(amoreperlarte82@gmail.com)

About Teresa Lanna

Laureata in "Lingue e Letterature Straniere" nel 2004, nel 2010 ha conseguito la Laurea Magistrale in "Arte Teatro e Cinema" presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Tra le sue più grandi passioni, l'Arte, la Fotografia, il Cinema, la Letteratura, la Musica e la Poesia. Grande sostenitrice dell'Art.3 della Costituzione Italiana, è da sempre allergica ad ogni tipo di ingiustizia sociale. In vetta alla classifica delle città che ama di più ci sono Napoli e Firenze.