Campagna di SEGNALAZIONE AMIANTO di Ciò che vedo in Città Il 29 Aprile ricorre la GIORNATA MONDIALE DELLE VITTIME DI AMIANTO

Immagine.logo-giornata-mondiale-vittime-amianto

Il 29 aprile si celebra la giornata mondiale delle vittime dell’amianto per ricordare le tante persone che hanno perso la vita a causa della fibra killer e per attirare l’attenzione sull’attuale situazione in tema di interventi e bonifiche, necessari per fermare questa drammatica escalation di decessi.

Già perchè, a 23 anni dalla sua messa al bando, l’amianto causa, in Italia, 4 mila morti l’anno; gli sforzi profusi dalle amministrazioni in tema di bonifiche e mappatura dei siti pericolosi, non sembrano bastare.

Questo killer silenzioso è spesso vicinissimo alle nostre abitazioni, respiriamo le sue fibre senza neppure saperlo e, giorno dopo giorno, il nostro corpo si ammala.

La nostra Associazione è da sempre fermamente impegnata nella protezione ambientale ed ecologica del nostro territorio; SENSIBILIZZARE non serve più a nulla, sappiamo sin troppo bene cosa può comportare l’amianto.

E’ per questo motivo che, in occasione della giornata mondiale, ed in ricordo di tutti i nostri cari che se ne sono andati troppo presto, abbiamo pensato di istituire una CAMPAGNA DI SEGNALAZIONE.

Aderire è semplice e può farlo davvero chiunque:

  • SE AVVISTATE O SIETE A CONOSCENZA DI SITI OVE E’ DEPOSITATO AMIANTO, DOCUMENTATECI IL TUTTO (ANCHE ANONIMAMENTE) CON FOTO E LUOGO ESATTO DEL SITO.

LA SEGNALAZIONE POTRA’ ESSERE INVIATA SIA TRAMITE MESSAGGIO PRIVATO DI FACEBOOK MA ANCHE AL NOSTRO INDIRIZZO MAIL: ciochevedoincittaitalia@gmail.com.

LA VOSTRA SEGNALAZIONE SARA’ SOTTOPOSTA ALLA NOSTRA ATTENZIONE E AVRA’ UN DUPLICE RISCONTRO:

  1. AVRA’ UN VALORE “SOCIAL”, SARA’ POSTATA SUL NOSTRO PROFILO CON LO SCOPO DI DOCUMENTARE E SENSIBILIZZARE;
  2. FARA’ PARTE DI UNA RICHIESTA UFFICIALE CHE FAREMO ALLE AUTORITA’ COMPETENTI AL FINE DI RICHIEDERE UN TEMPESTIVO INTERVENTO PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL SITO INDICATO.

Uniamoci in questa lotta che, credo di parlare a nome di tutti, non ha colori, partiti politici, religioni ecc… ne vale della nostra incolumità e di quella delle generazioni future.