CALVI RISORTA – Dove le istituzioni chiudono gli occhi, le comunità difendono le comunità!

manifesto presidio 12 ottobre (2)

A questo grido lanciamo Sabato 12 ottobre, un presidio fuori la Ex-Pozzi – S.S.Appia km 189 – Sparanise, il luogo dove vorrebbero far sorgere la centrale a Biomasse e che allo stato attuale è una mega discarica a cielo aperto.


Dopo il presidio fuori l’ex Calce Idrata a Sparanise, riscenderemo di nuovo nelle strade dell’Agro Caleno per segnalare i luoghi della morte e riappropriarci dei territori che nel corso dei decenni, attraverso complicità istituzionali e connivenze politico-clientelari, sono diventati una bomba esplosiva a rischio della salute dei cittadini e profitto per lobby affaristiche. 
Questa volta è il turno della Ex-Pozzi, fabbrica dismessa e abbandonata da tempo, piena di eternit, che continua ad essere una discarica di rifiuti tossici, scarti edili, spesso coperta da intense nubi di fumo nero provocato da roghi spontanei e/o dolosi.

Fabbrica che si affaccia da un lato, sulla zona archeologica di Cales, destinata così a morire; dall’altro, a pochi passi dalla centrale termoelettrica di Sparanise nota come l’Affaire Cosentino, emblema della speculazione che, senza eguali, è stata perpetrata a danno della salute e della dignità degli abitanti di tutto l’Agro Caleno.

Segnaliamo non per delegare in bianco la bonifica ai soliti colletti bianchi che hanno violentato i territori condannandoli alla morte, non per avere la stessa voce in capitolo di un pentito ascoltato sull’onda mediatica (momentanea) dalla magistratura e dagli enti preposti che operano, ad intermittenza, nella sfiducia totale di tutti, ma per difendere le nostre terre e le comunità che su di esse vivono e che da anni portano avanti la lotta ambientale come necessità vitale di bloccare chi ha deciso di sottoporci a questi modi di fare politica e profitto, qui nell’Agro Caleno!

SARANNO LE COMUNITÀ A SANCIRE LA PERICOLOSITÀ DELL’ EX- POZZI E DEL CIRCONDARIO CONVERTITOSI IN UN PERCORSO A TUMORI:

Mai più una nuova turbogas!
Mai più una nuova ex-pozzi!
Mai più una calce idrata!
Mai più i vostri piani speculativi!

Verso la grande mobilitazione del 26 Ottobre che attraverserà le vie di Calvi Risorta in difesa del territorio, per dire basta ad ulteriori avvelenamenti in Terra di Lavoro e opporsi alla realizzazione della Centrale a Biomasse sul territorio caleno.

Comitato per l’Agro Caleno: No alla centrale a Biomasse

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista - Fonda il "Centro studi officina Volturno" nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE. In un territorio "difficile" è convinto che attraverso la cultura e l'impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra. Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico. Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle "eccellenze" dei nostri territori che RESISTONO. Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani...ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.