Borbot, l’app della Reggia di Caserta

Grazie ai grandi successi accumulati negli ultimi giorni, la Reggia di Caserta è sempre al centro dell’attenzione. A partire da oggi, si aggiunge un’altra grandissima novità. Si chiama Borbot e nasce dall’intuizione di un team di sviluppatori, la 360open Srl, startup nata nel 2015 in Terra di Lavoro e fondata da Nicola De Toro, Emanuele Gionti, Tommaso Zottolo e Shapur Zabhian. ” Siamo un gruppo di esperti che ricoprono ruoli diversi, riuscendo insieme a proporre soluzioni innovative.” ha spiegato l’app developer Kevin Iuretig.

Bobot è un intelligenza artificiale applicata all’app Messanger di Facebook, capace di rispondere autonomamente alle domande poste dal mittente che si trova dall’altra parte dello schermo.

Grazie a Borbot si potranno ottenere aggiornamenti su orari e prezzi scambiando solo qualche messaggio sul socialnetwork. Oltre ad una serie di domande preimpostate, accessibili dal menù, Bobot è capace di comprendere anche richieste più complesse e, nei casi in cui non dovesse riuscirci, indirizza direttamente l’utente ad una pagina web contenente le relative informazioni.

Si tratta solo di un trampolino di lancio per una serie di servizi multimediali che, ben presto, potranno accompagnare i turisti alla scoperta della città e dei suoi monumenti. E’ probabile infatti che in un futuro molto prossimo, Borbot possa essere in grado di diventare una vera e propria guida turistica consultabile in ogni stanza dai visitatori della reggia.