Block Party – Napoli imita il Bronx per valorizzare le sue eccellenze con musica ed arte

Venerdì 18 giugno le telecamere di informare on line sono al parco San Gaetano Errico, oasi verde di ricreazione di Secondigliano, dove si è svolto il Block Party, festa folkloristica ispirata direttamente dal quartiere Bronx di New York, ma rivisitata in chiave napoletana dal Larsec, laboratorio di riscossa secondiglianese, associazione non profit che ha come mission principale la riqualificazione territoriale attraverso manifestazioni culturali e artistiche a sostegno del senso civico e del rispetto ambientale.

Nel parco gremito da gente accorsa da tutto il quartiere era presente anche l’assessore ai giovani Alessandra Clemente che ha sponsorizzato il progetto includendolo nella rassegna “giugno giovani”.

Alla manifestazione hanno partecipato gruppi musicali composti da giovani appartenenti a vari generi, jazz, percussioni africane, pop e musica d’autore.

“Abbiamo ricreato l’atmosfera che si trova di solito nei grandi parchi d’Europa fondendola con l’idea di Block party proveniente dal Bronx di New York, quindi unire l’atmosfera del quartiere con quella folk, quindi Europa e America insieme” – ha dichiarato uno dei fondatori del Larsec Vincenzo Strino – “L’idea di fondo è quella di sensibilizzare la cittadinanza del quartiere sulla qualità di questo parco che è splendido, quindi perché non valorizzare le eccellenze di Secondigliano visto che già ci sono?”.

Oltre al Larsec hanno partecipato attraverso autofinanziamento anche associazioni molto note come “Adda Passà a Nuttata”, “L’Agorà Partenopea”, “Cosdam”, “Endless Project” e “Scampia Rugby”, tutte operanti nell’area nord in quartieri a rischio.

Vincenzo Barbato

About Redazione Informare

Magazine mensile, gratuito, di promozione culturale edito da Officina Volturno, associazione di legalità operante in campo ambientale, sociale e culturale.